Connect with us

Senza categoria

Assegno Unico, 400 EURO IN PIU’ PER CHI FA LA RICHIESTA: QUESTA E’ LA COSA DA FARE PER AVERE I SOLDI. La notizia bomba, le ultime

Pubblicato

il

assegno unico

Il 2022 sarà ricordato dalle famiglie italiane con figli sicuramente come l’anno dell’introduzione dell’Assegno Unico Universale. Proprio a partire dallo scorso mese di marzo, infatti, è entrato in vigore questo aiuto per tutti gli italiani che hanno figli a carico; l’intento del governo è di aiutare le famiglie in questo particolare periodo non proprio facile sul punto di vista economico.

Tra i vari aiuti messi in campo dal governo Draghi, l’Assegno Unico Universale rappresenta senza ombra di dubbio la misura principe del 2022. Questo assegno è andato a sostituire ed inglobare i precedenti bonus presenti fino a quel momento in busta paga ed è erogato direttamente sull’IBAN del richiedente. 

Assegno Unico, c’è ancora tempo per ricevere gli arretrati

L’assegno spetta alle famiglie con figli a carico fino a 21 anni e senza limiti di età per figli con disabilità. Le domande per poter richiedere l’assegno sono partite già dal mese di gennaio mentre la prima erogazione, per chi ne ha fatto domanda entro il 28 febbraio, è stata proprio a partire dal mese di marzo. Queste persone hanno ricevuto l’accredito per il mese di marzo più gli arretrati di gennaio e febbraio.

Le famiglie che ancora non hanno presentato domanda per l’Assegno Unico potranno farlo entro il 30 giugno per ricevere anche tutti gli arretrati a partire da gennaio. Questo significa che questi genitori, rivolgendosi ai CAF o direttamente sul sito dell’INPS, possono fare ancora la domanda ricevendo gli arretrati calcolati in base alla loro dichiarazione ISEE. Si tratta di arretrati che possono raggiungere anche a cifra di 400 euro.

La data del 30 giugno quindi è di fondamentale importanza per quanto riguarda quindi la ricezione di tutti gli arretrati. Tutti coloro che invece faranno domanda per l’assegno a partire dal 1° luglio riceveranno soltanto l’accredito a partire dallo stesso mese senza alcun diritto agli arretrati.

Ricordiamo che la procedura per la gestione della domanda di assegno unico è completamente online, dalla identificazione dell’utente e l’acquisizione dei dati utili alla istruttoria, allo scambio di documentazione e comunicazioni, ad eventuali integrazioni e modifiche della domanda. Ovviamente ci si può rivolgere anche a CAF e Patronati. Fonte: Consumatore.com
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)