Connect with us

Senza categoria

Reddito di Cittadinanza, LA NUOVA DATA DEL PAGAMENTO: QUANDO ARRIVA L’ACCREDITO. Adesso è ufficiale, le ultimissime

Pubblicato

il

reddito di cittadinanza

Da quando partono i flussi di pagamento per il Reddito e la Pensione di cittadinanza a Giugno 2022? Quando arriva il sesto accredito per l’anno 2022?
Si tratta di un pagamento molto atteso per coloro i tantissimi cittadini che hanno concluso ad Aprile 2022 il secondo ciclo di ricariche RdC.

Da oltre tre anni sono entrati in vigore il Reddito e la Pensione di cittadinanza, eliminando la possibilità di presentare o rinnovare le domande per il vecchio Reddito di inclusione REI e purtroppo, il governo, ad oggi, non ha prorogato il Reddito di emergenza. Quando arriva dunque la Ricarica del Reddito Cittadinanza a Giugno 2022?

Il Reddito di Cittadinanza a Giugno 2022

Quali sono i requisiti Isee per l’RdC a Giugno 2022? I documenti necessari per rinnovare il modello Isee, con una validità sino al 31 dicembre 2022 sono soprattutto i redditi, non più riferiti all’anno 2019, ma ai due anni precedenti, ossia al 2020.

Per quanto riguarda il patrimonio mobiliare (saldo e giacenza media dei conti, fondi o altro) il valore cambia, in quanto si prenderanno i saldi e le giacenze medie al 31 Dicembre 2020.

Per ricevere dunque la ricarica Rdc di Giugno 2022, tutti i beneficiari del Reddito e Pensione di cittadinanza, devono aggiornare il modello Isee 2022. La ricarica di Giugno 2022, verrà disposta da parte dell’Inps, solo dopo l’acquisizione del modello Isee 2022 o dell’Isee corrente 2022 senza errori o omissioni.

Dal 1° Aprile ’22 è possibile presentare anche un nuovo Isee corrente, con i valori del reddito patrimoniale riferito all’anno precedente.

Reddito di cittadinanza Giugno 2022: quando arriva

Quando arriveranno le ricariche del Reddito di cittadinanza a Giugno 2022? Quale è la data presunta di accredito del RdC?
Coloro i quali attendono la prima ricarica o il Rinnovo della domanda RdC, potrebbero ricevere l’accredito, già a partire dalla prima metà del mese di Giugno (generalmente tra il 13 ed il giorno 16, ma nel 2022 i controlli da parte dell’Inps potrebbero essere anche più lunghi).

Per tutti gli altri invece, la prima ricarica dell’anno dovrebbe partire dal 27 Giugno con alcuni flussi che potrebbero concludersi anche durante il giorno successivo.
Importante: consigliamo a tutti di presentare il Nuovo ISEE 2022 non appena possibile. Così facendo, si eviteranno ritardi con l’accredito RDC del mese di Giugno.

A titolo di esempio infatti, possiamo dire che nel 2021, il pagamento arrivò a partire dal giorno 25 Giugno.

Per visualizzare la ricarica mensile, prima di tutto bisogna controllare: la data di disposizione di pagamento presso Poste, sul servizio online Inps: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

Nella stessa data dell’Invio di disposizione a poste, il beneficiario dovrà controllare il saldo della carta dalle ore 14.00 in poi, al numero 800.666.888 o recarsi direttamente agli sportelli postali.

Infine, come detto già in apertura di articolo, ogni beneficiario avente i requisiti richiesti, è tenuto a verificare l’eventuale data di accredito dell’assegno temporaneo per i figli minori.

Noi di insindacabili, aggiorneremo mensilmente il calendario dei pagamenti mensili, delle ricariche del Reddito e pensione di cittadinanza 2022.

Quali sono le novità per il Reddito di Cittadinanza nel 2022?

Nel 2022 vi saranno importanti novità previste per il sostegno Reddito di Cittadinanza. Ecco le principali:

  • dal 1° gennaio 2022, il reddito di cittadinanza si configura come sussidio di sostentamento a persone comprese nell’elenco dei poveri ai sensi dell’articolo 545 del codice di procedura civile,
  • i redditi da lavoro dipendente percepiti dal richiedente o da uno o più componenti il nucleo familiare nel corso dell’erogazione del RdC, concorrono alla determinazione del beneficio economico nella misura dell’80 per cento,
  • il modello Rdc-com in caso di variazione del rapporto di lavoro o di redditi di lavoro autonomo dovrà essere inviato il giorno antecedente all’inizio dell’evento; (attendiamo istruzioni operative dall’Inps)
  • il reddito di cittadinanza può essere revocato se non si accettano le due offerte di lavoro proposte dal Centro per l’impiego e se si rifiuta un lavoro di tre mesi a 1000 km di distanza;
  • al fine di agevolare l’occupazione dei soggetti percettori di RdC, alle agenzie per il lavoro di cui al 10 settembre 2003 n. 276 è riconosciuto, per ogni soggetto assunto a seguito di specifica attività di mediazione, il 20 per cento dell’incentivo previsto all’articolo 8, comma 1.

Fonte: Insidacabili
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)