Connect with us

Senza categoria

Assegno unico, ARRIVA LA CATTIVA NOTIZIA DALL’INPS: SI RISCHIA DI PERDERE IL 50% DELL’ACCREDITO. Ecco cosa accadrà e come fare per evitarlo

Pubblicato

il

assegno unico

L’assegno unico universale non è ancora entrato in pieno regime. Ci sono ancora delle criticità da risolvere e il meccanismo non è ancora del tutto oleato. Essendo uno strumento completamente nuovo sia nelle modalità di richiesta e di erogazione che nella platea di persone servite, tutta la procedura è ancora in una fase di pieno assestamento.

Gran parte delle richieste dei cittadini aventi diritto al sostegno sono comunque state evase correttamente. Le criticità riguardano i casi più particolari o le situazioni nuovi che si vengono a creare. Un caso riguarda, ad esempio, i percettori del reddito di cittadinanza per i quali è stata corretta la modalità di fruizione in corso d’opera con l’inserimento ad aprile di un modulo di richiesta realizzato ad hoc.

Una nuova criticità è stata riscontrata per le domande dei genitori separati. In tal caso, infatti, la normativa prevede che l’assegno unico vada al 50% ad un genitore e al 50% all’altro se il figlio o i figli sono a carico di entrambi. Tuttavia,  diversi genitori si sono ritrovati senza il pagamento della metà dell’assegno nonostante la domanda sia stata inoltrata correttamente.

L’ente erogatore, ossia l’Inps, ha provveduto a rispondere sul canale social di facebook alla domanda specifica posta da un utente in merito a questa faccenda. La risposta è stata chiara; infatti, i genitori separati devono inoltrare entrambi la domanda di assegno unico affinché possano ricevere l’assegno al 100%.

Nel caso n cui uno solo dei due genitore inoltra la domanda, questa resta inevasa per la metà dell’importo. Per questo motivo, quindi, molti genitori separati si sono ritrovati con il 50% della somma non accreditata. L’unico modo, in tal caso, affinché uno solo dei due genitori possa ricevere il 100% della somma è trovare un accordo tra i due in modo tale che uno possa richiedere il 100% dell’assegno. Fonte: Consumatore.com
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)