Connect with us

attualità

Elezioni amministrative, oggi i ballottaggi: sono oltre 2 milioni gli italiani chiamati al voto in 65 comuni

Pubblicato

il

elezioni

Sono oltre 2 milioni gli italiani che oggi sono chiamati alle urne per il turno di ballottaggio delle amministrative che si tengono in 65 comuni (solo due con meno di 15mila abitanti richiamati alle urne dopo il risultato di parità di voti tra i due candidati a sindaco più votati), 59 nelle regioni a statuto ordinario e 6 in quelle a statuto speciale. La sfida clou è quella di Verona con Damiano Tommasi che per il centrosinistra affronta il sindaco uscente Federico Sboarina, sostenuto da Lega e FdI, ma non da Forza Italia. Altro ballottaggio di primo piano è quello di Parma, dove l’ex assessore di Pizzarotti, Michele Guerra, sostenuto dal centrosinistra ma non dal M5s, se la vede con Pietro Vignali che, presentato da Lega e FI, per il secondo turno elettorale ha ottenuto il sostegno anche di FdI, seppur con qualche incertezza. Gli altri comuni più importanti al voto sono Catanzaro, Gorizia, Cuneo, Piacenza, Lucca, Viterbo.
Quando si vota – I seggi per l’elezione dei nuovi sindaci sono aperti dalle 7 alle 23. Lo scrutinio avverrà subito dopo, mentre nel primo turno si era dovuto attendere il lunedì per il concomitante spoglio dei 5 referendum. In nottata quindi, si sapranno i risultati delle sfide.

I comuni al voto nelle regioni a statuto ordinario – I comuni al voto nelle regioni a statuto ordinario con il maggior numero di elettori sono Verona (202.638), Parma (146.939), Monza (98.073), Barletta (80.159), Lucca (79.634), Alessandria (73.657), Catanzaro (73.294) e Como (72.132).

I comuni al voto nelle regioni a statuto speciale – Nelle regioni a statuto speciale, invece, Gorizia è il comune al ballottaggio con il maggior numero di elettori (30.295) mentre Villafranca Sicula, in provincia di Agrigento, quello con il numero minore (1.407).

Come si vota – L’elettore, ricorda il Viminale che ha aperto uno speciale ballottaggi online sul proprio sito, deve essere munito di tessera elettorale e di un idoneo documento di riconoscimento. La mascherina non è più obbligatoria ma, sottolinea una nota del ministero dell’Interno, rimane “fortemente raccomandata, per l’accesso degli elettori ai seggi e per l’esercizio del diritto di voto”, almeno quella chirurgica. Il voto, come di consueto, si esprime tracciando un segno su uno dei due rettangoli contenenti il nominativo del candidato sindaco prescelto.

Lo scrutinio – Le operazioni di scrutinio inizieranno subito dopo la chiusura delle operazioni di votazione, l’accertamento del numero dei votanti e le altre operazioni preliminari. Nello speciale elezioni del ministero dell’Interno sono disponibili, tra l’altro, l’elenco dei comuni al voto, l’apparentamento dei sindaci al ballottaggio, e il link diretto ai risultati elettorali.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)