Connect with us

Senza categoria

Reddito di cittadinanza Giugno, INPS HA GIA’ PAGATO, MA NON TUTTI: ecco a chi arriverà la ricarica. Cosa sta accadendo e come fare per avere i soldi. Le ultimissime

Pubblicato

il

reddito

REDDITO DI CITTADINANZA. La ricarica del Reddito di Cittadinanza giugno 2022 prevista per ieri 27 giugno. L’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale verserà il secondo pagamento del mese, quello ordinario, a quasi tutti i percettori del RdC.

Andiamo a scoprire insieme a chi non sarà fatto l’accredito di metà mese e quali spese sono vietate per i percettori del beneficio anti-povertà. se sei in attesa del pagamento di questo mese ecco l’approfondimento suipagamenti del reddito di cittadinanza di giugno 2022.

Pagamento Reddito di Cittadinanza giugno, ecco a chi arriva la ricarica INPS

Il Reddito di cittadinanza ordinario è anche definito “Reddito di Cittadinanza di fine mese”, poiché gli accrediti della prestazione vengono fatti in due date differenti. La prima, infatti, è la data del 15 di ciascun mese. In questo giorno specifico, il Reddito di Cittadinanza viene versato dall’INPS ai primi percettori e a coloro che hanno richiesto, nella mensilità precedente, il rinnovo della misura (si può fare anche dopo 36 mesi).

C’è anche una terza eccezione alla ricarica ordinaria: gli arretrati. Chi attende arretrati di Reddito di Cittadinanza, infatti, riceve gli eventuali sblocchi proprio nella data del 15.

Ieri, il Reddito di Cittadinanza giugno 2022 è stato pagato dall’INPS subito dopo l’ora di pranzo. Gli accrediti sono iniziati fra le 13 e 30 e le 14.00, ma non arriveranno proprio a tutti. Come abbiamo evidenziato in questo nostro articolo, il Reddito di Cittadinanza non arriverà a coloro che hanno chiesto in questo mese di giugno il rinnovo, dopo averne beneficiato per 18 mensilità consecutive, e a coloro che hanno chiesto la prestazione per la prima volta.

Reddito di cittadinanza giugno 2022, cosa c’è da sapere prima di spendere l’importo

Una volta che arriverà la ricarica del reddito di cittadinanza giugno 2022 da parte dell’istituto incaricato dei pagamenti, INPS, occorrerà fare attenzione, perché ci sono alcuni accorgimenti da adottare. In particolare, bisognerà prestare attenzione alle spese ammesse e quelle non ammesse.

Partiamo con le prime. Le spese ammesse (che sono tracciate ogni mese da Inps), dunque, gli acquisti che potranno essere effettuati dai percettori della misura economica anti-povertà, creazione del Movimento Cinquestelle, sono tutte quelle che riguardano beni e servizi di prima necessità. Facciamo un elenco.

Le spese ammesse per il Reddito di Cittadinanza sono, innanzitutto,

quelle che riguardano i beni strettamente necessari alla vita delle persone, quali prodotti alimentari, prodotti per l’igiene personale, oltre che capi di abbigliamento. Lo scopo è ridare dignità ai cittadini, permettendo loro di acquistare anche abiti nuovi. Attenzione, però, perché questi non dovranno essere capi di lusso.

Con la ricarica mensile del reddito di cittadinanza, inoltre, si potrannopagare le bollette di acqua, luce e gas, oltre che le rate del canone di locazione o del mutuo. Tra le spese ammesse ci sono anche quelle per la benzina, o qualsiasi altro tipo di carburante.

Si potranno acquistare anche dei giocattoli per i propri figli, ma anche libri per la lettura o per lo studio, ma anche il materiale per la scuola, gli abbonamenti ai mezzi pubblici, i ticket per ilcinema e i corsi di formazione di enti provati, oppure quelli con finalità sportive.

Con il Reddito di Cittadinanza il cittadino potrà acquistare farmaci e parafarmaci, ma potrà anche pagare le visite mediche e gli occhiali da vista (o altri oggetti necessari per i singoli casi specifici).

Per la propria casa, il percettore della misura anti-povertà potrà acquistare mobili, ovviamente esclusi quelli di design, oltre cheelettrodomestici di piccole e grandi dimensioni. Tra le spese sono ammessi anche gli smartphone, tablet o altri dispositivi, esclusi sempre quelli di lusso.

Infine, si potranno acquistare birra e vino, si potrà pagare anche il conto all’interno di un bar o di un ristorante e, non da ultimo, il costo di soggiorni per le vacanze.

Reddito di cittadinanza giugno spese vietate: l’elenco completo

Quali sono le spese assolutamente vietate per i beneficiari della prestazione economica mensile anti-povertà?

I tre milioni di italiani che percepiscono la prestazione voluta dal Movimento Cinquestelle del Reddito di Cittadinanza non potranno effettuare una serie di acquisti:

innanzitutto, sono banditi i gioielli come bracciali, collane e altre tipologie di accessori di lusso. Insieme a questi oggetti sono vietate anche le spese in gallerie d’arte o relative agli acquisti di pezzi di antiquariato.

Il Reddito di Cittadinanza non dovrà essere destinato a spese per giochi d’azzardo o qualsiasi spesa che consenta una vincita di denaro (per cui ci sono rischi penali se non dichiarata!), ma anche all’acquisto di servizi o beni in club privati.

Proibiti anche gli abbonamenti per la Pay TV o per servizi di streaming, quali Spotify, Netflix, Prime, Now (ecc.); ma sono proibiti anche gli acquisti di prodotti e servizi finanziari o assicurativi, oltre che gli acquisti su siti e-commerce come Amazon o Ali Express.

Niente acquisto o noleggio o leasing di navi, imbarcazioni o servizi portuali, oltre che acquisto e invio di somme di denaro all’estero. Ci sono anche automobili che determinano la non accettazione del Reddito di cittadinanza.

Infine, sono categoricamente vietati gli acquisti che riguardino le armi da fuoco, oltre che i materiali pornografici e superalcolici.

Reddito di Cittadinanza giugno 2022, le spese giornaliere concesse

Le ricariche di RdC vengono effettuate mensilmente sulla RdC Card. Si tratta di una simil-carta di credito che è intestata al beneficiario della misura. Per il Reddito di Cittadinanza giugno 2022 il cittadino intestatario della prestazione a Cinquestelle potrà effettuare i pagamenti in tutti quei locali che possiedono il POS. Potranno anche essere effettuati dei bonifici mensili per pagare mutuo o affitto.

È meglio ricordare che non esiste un limite massimo di spesa quotidiana; dunque, il cittadino beneficiario di RdC potrà effettuare pagamenti fino all’esaurimento del denaro a disposizione.

Dall’altro lato, il cittadino intestatario della misura a Cinque Stelle potrà prelevare unicamente somme comprese fra i 100 e i 210 euro, somme che variano dalla numerosità del nucleo dello stesso beneficiario RdC. (TheWam)

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)