Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, bombardato l’aeroporto di Melitopol: sede delle truppe di Mosca. I russi avanzano a Lysychansk

Pubblicato

il

Ucraina

GUERRA UCRAINA. Nel perimetro dell’aeroporto di Melitopol, città dell’Ucraina sud-orientale occupata dall’esercito russo dove hanno sede le truppe della Federazione, ci sono state potenti esplosioni intorno alle tre di notte. Lo riporta Ria Melitopol pubblicando foto e video.

L’esercito russo sta subendo perdite significative ma continua ad avanzare a Lysychansk, ultima roccaforte ucraina nell’oblast di Lugansk, nel Sud-Est del Paese. Lo rende noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Sergiy Gaidai, citato da Ukrinform. Intanto è stato arrestato a San Pietroburgo il portiere di hockey su ghiaccio Fedotov: ha firmato con la squadra Usa dei Philadelphia Flyers. Zelensky: “2.610 città e villaggi ancora occupati dai russi”.

Kiev: i russi subiscono perdite ma avanzano a Lysychansk

L’esercito russo sta subendo perdite significative ma continua ad avanzare a Lysychansk, ultima roccaforte ucraina nell’oblast di Lugansk, nel Sud-Est del Paese. Lo rende noto il capo dell’amministrazione militare regionale di Sergiy Gaidai, citato da Ukrinform. Nella città – ha spiegato – “gli edifici amministrativi sono stati completamente distrutti in brevissimo tempo. Lysychansk è presa d’assalto da un grande numero di soldati russi che impiegano tutte le armi che hanno a disposizione. Stanno prendendo piede a Verkhniokamianka”.

Bombardato l’aeroporto di Melitopol occupata, sede delle truppe russe

Potenti esplosioni intorno alle tre di notte nel perimetro dell’aeroporto di Melitopol, città dell’Ucraina sud-orientale occupata dall’esercito russo dove hanno sede le truppe della Federazione. Lo riporta Ria Melitopol pubblicando foto e video.

Sull’area dell’aeroporto si è alzata un’enorme colonna di fumo. Le conseguenze dell’attacco sono visibili anche a decine di chilometri da Melitopol. I civili non hanno potuto accedere ai rifugi antiaerei perché le forze russe li hanno chiusi tutti – riferiscono i media ucraini – e molti residenti starebbero tentando di lasciare la città.

Ucraina, esplosioni nella città russa di Belgorod: almeno 3 morti

Almeno tre persone sono morte e altre quattro sono rimaste ferite nella città russa occidentale di Belgorod, non lontano dal confine con l’Ucraina. Le autorità locali – citate dall’agenzia russa Tass – hanno parlato di una serie di forti boati a cui ha fatto seguito un incendio, nel quale sono stati danneggiati 11 condomini e 39 case. Le cause dell’evento non sono state ancora chiarite.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)