Connect with us

cronaca

Omicidio Ziliani, rinviati a giudizio le figlie e Mirto Milani

Pubblicato

il

laura ziliani

Sono stati rinviati a giudizio Mirto Milani e Paola e Silvia Zani, le due figlie di Laura Ziliani. I tre sono accusati di aver ucciso l’ex vigilessa 52enne l’8 maggio 2021 a Temù, paese dell’Alta Valle Camonica.

Omicidio Ziliani, svolta nel processo

Milani e le sorelle Zani saranno in aula a Brescia il 27 ottobre per il dibattimento, davanti alla prima sezione penale della corte d’Assise.

Dovranno rispondere di concorso in omicidio volontario aggravato e soppressione di cadavere.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA: Partorisce in stazione a Lignano e poi scappa abbandonando il figlio

Ha partorito all’interno della stazione delle corriere di Lignano seduta a terra, tra due panchine, poi è scappata abbandonando il figlio appena nato. La donna si trovava poco distante, nel suo appartamento, in stato confusionale, trovata dai carabinieri chiamati dai presenti che hanno assistito alla scena.

Sono stati proprio loro, nel pomeriggio di oggi, i primi a soccorrere il neonato lasciato dalla madre in quel fazzoletto di pavimento adiacente le panchine posizionate tra il bar e la biglietteria della stazione delle corriere di via Latisana a Lignano. Stando a quanto ricostruito finora è qui che la giovane donna si sarebbe nascosta per partorire il figlio, prima di scappare abbandonando il piccolo: i carabinieri della stazione di Lignano l’hanno trovata all’interno della sua abitazione, lontana appena un chilometro dallo scalo delle corriere.

Con una evidente emorragia causata dal parto e in stato confusionale, è stata soccorsa dal personale del 118 accorso sul posto con un’ambulanza con la quale è stata trasportata  all’ospedale di Latisana. Anche il neonato è affidato alle cure dei medici. Sono i presenti in stazione ad allertare il 112 quando hanno visto la donna in preda ai dolori partorire e poi fuggire. Per fortuna sia la madre che il piccolo stanno bene.

I carabinieri sono riusciti a individuarla seguendo le tracce di sangue lasciate dalla stessa, ferita dopo il parto. Sulla vicenda sta indagando la procura di Udine insieme con il tribunale per i minorenni di Trieste. Questi dovranno ora esprimersi sulla donna e sul futuro del piccola. La giovane mamma, residente a Lignano, sembra fosse seguita dai servizi sociali.

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)