Connect with us

politica

Conte dopo l’incontro con Draghi: “Restiamo al governo, ma serve discontinuità”

Pubblicato

il

Conte

M5S – CONTE.“Noi siamo disponibili a condividere la responsabilità di governo come abbiamo fatto fin qui, ma occorre un forte segno di discontinuità”. Lo ha detto Giuseppe Conte, uscendo da Palazzo Chigi, dopo l’incontro con Mario Draghi. Il presidente M5s ha riferito di aver consegnato al premier un documento con le istanze del Movimento e ha sottolineato il “forte disagio politico accumulato” negli ultimi tempi. “Draghi – ha aggiunto – si prenderà un po’ di tempo per valutare le nostre richieste”.

“Il M5s ha sin dalle prime ore” del governo “mantenuto una linea di assoluta responsabilità nazionale”

“Abbiamo deciso di non volgere le spalle al Paese, in un momento in cui era necessario procedere spediti nella campagna vaccinale e nel completamento del Pnrr, dando priorità alla tutela della salute dei cittadini e al rilancio dell’intero sistema economico”, si legge in un passaggio del documento consegnato da Giuseppe Conte al premier Mario Draghi. Il M5s chiede “un segnale di forte discontinuità, perché fuori dai palazzi sta montando un malessere sociale a cui dobbiamo dare una urgente risposta.

Durante il faccia a faccia

Conte ha esplicitato a Draghi il suo malcontento per il clima avvertito attorno al M5s nell’ultimo periodo: “Intendo rappresentare il profondo disagio politico che la comunità del M5s sta vivendo ormai da tempo, ancora più acuito dagli ultimi avvenimenti. Ricordo che le ragioni dell’esistenza stessa del M5s sono e restano gli interessi dei cittadini e il bene del Paese”, recita un altro stralcio del testo. “Abbiamo lavorato sempre per un confronto sereno sui problemi”, “non è stato questo l’atteggiamento di tutte le forze politiche di maggioranza. Abbiamo subito attacchi pregiudiziali, mancanze di rispetto, invettive intese a distruggere la nostra stessa esistenza”.

Parte del documento è dedicato al ruolo del Consiglio dei Ministri:

“Le abbiamo più volte rappresentato, invano, come non sia accettabile che il Consiglio dei Ministri sia relegato al ruolo di mero consesso certificatore di decisioni già prese, con provvedimenti normativi anche molto complessi che vengono portati direttamente in Consiglio o, quando va bene, con un anticipo minimo, comunque inidoneo a consentirne un’analisi adeguata”.

L’ex premier Conte ha poi indicato le priorità:

“Dobbiamo intervenire a favore di famiglie e imprese con un intervento straordinario. Duecento euro di bonus non servono. Va tagliato il Cuneo fiscale. Dobbiamo intervenire per i lavoratori e sul salario minimo”. E sul reddito di cittadinanza, misura cara ai 5stelle e sotto attacco da parte di altre forze politiche, ha sottolineato: “Non permettiamo più che il reddito di cittadinanza sia messo quotidianamente in discussione”.

Il presidente M5s

Si è anche soffermato sulla spinosa questione del superbonus. Va “risolto con assoluta urgenza il blocco che c’è sulla cessione dei crediti fiscali del superbonus. Ci sono migliaia di imprese sull’orlo del fallimento, famiglie che non possono completare i lavori e noi non possiamo permetterlo. Se la fiducia sul superbonus potrebbe compromettere la permanenza del M5s nel governo? Ne parleremo in riunione di capigruppo e definiremo la nostra posizione sul punto – spiega – I nostri ministri già non hanno partecipato al voto” in Cdm “per una norma del tutto eccentrica. Non siamo qui per predicare transizione ecologica di giorno e consentire nuove trivellazioni di notte”.

“Abbiamo bisogno di risposte chiare e impegni precisi anche in tempi ragionevoli – ha dichiarato, infine, Conte – Draghi si prenderà un po’ di tempo per valutare le nostre richieste, non mi aspettavo una risposta immediata, non sarebbe neanche stato serio”.(TGCOM24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)