Connect with us

politica

Crisi di governo, Draghi presenta le dimissioni, ma Mattarella le respinge. Premier rinviato alle Camere

Pubblicato

il

Governo Draghi Mattarella

CRISI DI GOVERNO. Dopo le dimissioni respinte dal capo dello Stato, mercoledì Draghi si presenterà alle Camere per una verifica politica. L’esecutivo aveva ottenuto la fiducia sul Decreto Aiuti ma senza il voto dei Cinque Stelle. Conte chiede segnali al premier ma Il movimento rischia nuove divisioni. Il Pd tenta una ricomposizione della maggioranza, Renzi punta ad un Draghi bis. Meloni in pressing per il voto anticipato ma nella Lega Giorgetti frena. Cauta Forza Italia. “Preoccupato stupore” commenta il comissario Gentiloni.

Draghi si dimette dopo lo strappo del M5s

Che non ha votato al Senato la fiducia sul decreto Aiuti. Ma Mattarella respinge le dimissioni e rinvia il premier alla Camere per “effettuare, nella sede propria, una valutazione della situazione che si è determinata”. Meloni e Salvini: “Al voto”. Pd: “Lavorare perché Draghi possa ripartire”. Forza Italia: “M5S irresponsabili, ricatti inaccettabili”. L’Europa guarda all’Italia “con preoccupato stupore”, dice Gentiloni. “Totale incredulità per gli sviluppi politici” dal presidente di Confindustria Bonomi.

Renzi: “Alternativa a Draghi è Draghi”

“L’unica vera alternativa a Draghi è Draghi”. Lo ha detto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi. “Ci vuole un accordo su tre questioni”, ha osservato ed ha elencato Renzi: “La gestione del Pnrr, una legge di bilancio basata su energia e inflazione, il ruolo dell’Italia in Europa”.

Speranza: “Conte ha fatto un errore grave”

“Credo che Conte abbia sbagliato a non votare la fiducia. È stato un errore grave, tanto più dopo l’incontro di martedì”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Per dare risposte serve un governo forte, questo è un governo che può provare a dare queste risposte”, ha aggiunto Speranza.

<

section id=”id1212773954″ class=”lb-post lb-type-HTML lb-tagName-“>

<

div class=”lb-main”>

<

div class=”lb-body”>

<

div>

Di Maio: “Draghi uomo di parola. Situazione gravissima”

<

div>”Mario Draghi nel Consiglio dei ministri ha dimostrato di essere un uomo di parola e il Cdm ha preso atto di una situazione che è gravissima”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, al Tg1. “Senza un governo, lo vedremo già domani sullo spread e sulle borse, i tassi di interesse sui mutui si impenneranno, non avremo possibilità di fare decreti sul caro bollette e caro benzina, sul tema del cuneo fiscale e del salario minimo, non saremo in grado di firmare i contratti del gas con gli altri Paesi né potremo correre il rischio di andare in esercizio provvisorio”, ha aggiunto Di Maio. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)