Connect with us

politica

Draghi in Algeria, la missione del premier nel Paese primo fornitore di gas all’Italia

Pubblicato

il

Draghi

Il presidente del Consiglio Draghi partecipa al IV vertice intergovernativo. L’obiettivo strategico è consolidare i rapporti tra i due Paesi nel settore energetico. Nel 2021 il valore dell’interscambio Italia-Algeria è stato pari a 7,34 miliardi di euro, di cui 5,58 miliardi le nostre importazioni e 1,76 miliardi le esportazioni. Sul tavolo anche la guerra in Ucraina e i dossier su Libia, Sahel e Sahara Occidentale.

Il premier Mario Draghi

Arriva oggi, lunedì 18 luglio, ad Algeri per partecipare al IV vertice intergovernativo Italia-Algeria. La visita, considerata di importanza strategica, mira a confermare il partenariato privilegiato nel settore energetico tra i due Paesi. Mentre Mosca inizia a chiudere i rubinetti del gas. Ma in agenda ci sono anche gli sviluppi della guerra in Ucraina e diversi dossier internazionali come Libia, Sahel e Sahara Occidentale.

Il vertice è co-presieduto da Draghi e dal presidente algerino Abdelmadjid Tebboune. Vede la partecipazione dei ministri Di Maio, Lamorgese, Cartabia, Cingolani, Giovannini e Bonetti.

L’Algeria, viene sottolineato, contribuisce in modo “determinante” all’azione del governo italiano di diversificazione delle fonti di approvvigionamento; essendo diventata in questi mesi il primo fornitore di gas dell’Italia

L’ultimo accordo firmato con l’Algeria risale a pochi giorni fa

La società energetica algerina Sonagrach ha deciso di aumentare il volume delle sue forniture di gas all’Italia di altri 4 miliardi di metri cubi a partire da questa settimana. Le maggiori forniture saranno consegnate a Eni e alle società partner.

L’accordo segue l’intesa, siglata la scorsa primavera, in base alla quale le forniture sono state aumentate di 3 miliardi di metri cubi da subito. E di altri 6 miliardi dal 2023 per arrivare a un totale di 9 miliardi fra gas e GNL.

Il gas

Costituisce la quasi totalità delle importazioni italiane dall’Algeria mediante il gasdotto TMPC (TRANSMED) che attraversa il canale di Sicilia da Capo Bon (Tunisia) fino a Mazara del Vallo. In ambito energetico, il rapporto tra Italia e Algeria non si limita al gas: di recente sono stati firmati anche altri accordi riferiti alle rinnovabili e all’idrogeno verde.

Nel 2021 il valore dell’interscambio Italia-Algeria è stato pari a 7,34 miliardi di euro di cui 5,58 miliardi le nostre importazioni e 1,76 miliardi le nostre esportazioni.

Le imprese italiane con presenza stabile sono circa 200: quella più importante è Eni, nel Paese fin dal 1981.

Un altro accordo siglato di recente tra Eni e Sonatrach riguarda l’accelerazione dello sviluppo di campi a gas in Algeria e la decarbonizzazione attraverso idrogeno verde.

Negli ultimi mesi

I rapporti bilaterali tra Italia e Algeria hanno visto diverse visite politiche di alto livello: la visita di Stato del presidente Sergio Mattarella in Algeria nel novembre 2021 e la visita di Stato del presidente algerino Tebboune in Italia nel 2022. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)