Connect with us

attualità

Covid, monitoraggio Iss: 4 Regioni a rischio alto. Rt in calo in altre città, ma preoccupa l’occupazione negli ospedali

Pubblicato

il

Iss

COVID. Resta alta l’incidenza dei casi Covid nel periodo 15-21 luglio in Abruzzo, Umbria, Marche e Veneto. Tutte e 4 le Regioni, però, mostrano segni di raffreddamento. L’Abruzzo, che scende rispetto alla settimana precedente, si colloca a 1421,3 casi ogni 100mila abitanti. Seguito dall’Umbria con 1.257,6, in calo rispetto a 7 giorni prima e dalle Marche con 1.235,6 ogni 100mila abitanti. Si aggiunge il Veneto con 1.167,9, anch’esso in flessione. E’ quanto riporta il consueto monitoraggio settimanale dell’Iss.

“Nel periodo 29 giugno-12 luglio, l’Rt medio calcolato sui casi” di Covid-19 “sintomatici è stato pari a 1,23 (range 1,16-1,33), in diminuzione rispetto alla settimana precedente” quando era di 1,34, “ma oltre la soglia epidemica. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è anch’esso in diminuzione e a cavallo della soglia epidemica: Rt 1 (0,98-1,02) al 12 luglio vs Rt 1,15 (1,12-1,17) al 5 luglio”.

E’ quanto riporta il monitoraggio settimanale Covid della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute. Pfizer e BioNTech hanno annunciato di avere completato la procedura di richiesta di approvazione all’Agenzia europea dei medicinali (Ema) per il vaccino aggiornato contro Covid-19. Il vaccino è bivalente e oltre a contrastare il vecchio virus è stato adattato anche alla sotto-variante Omicron BA.1.

Allarme Oms

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha lanciato l’allarme prevedendo un autunno e un inverno “impegnativi” alla luce dell’impennata di casi Covid.

Iss, sale occupazione intensive (4,1%) e area medica (17,1%)

Continua la crescita dei ricoveri per Covid-19 in Italia. “Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 4,1% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 21 luglio)”, contro il 3,9% al 14 luglio. “Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 17,1% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 21 luglio)”, contro il 15,8% al 14 luglio. E’ quanto riporta il monitoraggio settimanale Covid della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute.

Report Iss, 4 regioni a rischio alto, 14 moderato e 3 basso

“Tre regioni/province autonome sono classificate a rischio basso” per Covid-19. “Quattordici regioni/pa sono classificate a rischio moderato”, di cui “5 ad alta probabilità di progressione, mentre 3 sono classificate a rischio alto per la presenza di molteplici allerte di resilienza e una per non aver raggiunto la soglia minima di qualità dei dati trasmessi all’Iss”. E’ quanto riporta il monitoraggio settimanale Covid della Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute. “Dodici regioni/pa riportano almeno una allerta di resilienza e 4 riportano molteplici allerte di resilienza”, si legge nel report.

Occupazione letti sopra il 15% in 16 regioni, Umbria al 42%

Cresce l’impegno degli ospedali in questa ondata estiva di Covid-19, con 16 regioni/pa che al 21 luglio superano la soglia del 15% di occupazione letti in area medica. Sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, provincia di Bolzano, provincia di Trento, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Valle d’Aosta, secondo una delle tabelle del monitoraggio settimanale Covid di Istituto superiore di sanità e ministero della Salute, che l’Adnkronos Salute ha potuto visionare.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)