Connect with us

politica

Crisi di governo, sciolto il Parlamento: Italia al voto il 25 Settembre. Draghi: “Orgoglioso de lavoro svolto”

Pubblicato

il

Crisi di governo, sciolto il Parlamento: Italia al voto il 25 Settembre. Draghi: “Orgoglioso de lavoro svolto”

CRISI DI GOVERNO. Mattarella: “Non sono possibili pause, vanno affrontate le difficoltà economiche, ci sono molti adempimenti da chiudere nell’interesse dell’Italia”. Draghi: “Fino all’insediamento del nuovo esecutivo, bisognerà andare avanti con la stessa determinazione” e  “favorire il governo che verrà”. Berlusconi: “Non volevamo far cadere Draghi, ma si è reso indisponibile a un bis. Siamo già al lavoro per un nuovo governo di centrodestra”.

Il presidente della Repubblica ha sciolto il Parlamento. Italia al voto il 25 settembre, prima riunione delle nuove Camere il prossimo 13 ottobre. “Non era possibile formare una nuova maggioranza – ha detto Mattarella dopo le dimissioni di Draghi – Ma restano molti adempimenti da portare a compimento”, in più occorre ‘attuare il Pnrr nei tempi concordati’. Il governo, ha sottolineato il capo dello Stato, “ha gli strumenti per operare prima che si formi il nuovo esecutivo non sono possibili pause nel momento che stiamo attraversando”.

Le reazioni

Terremoto politico nei partiti. Dopo Gelmini, anche Renato Brunetta lascia Forza Italia: “Ha tradito i suoi valori”. Carfagna: “Prendo distanze da Forza Italia e avvio riflessione”. Si dimettono anche il senatore Cangini da Fi e la deputata Alemanno dal M5s. Berlusconi: “Lo strappo Gelmini-Brunetta? Riposino in pace. Non volevamo che Draghi andasse via, ma ha detto no al bis. Forse era stanco”. Letta alla Bbc: “Italia tradita, una vergogna. Italiani puniranno chi ha ucciso il governo. Difficile ricomporre con i cinque stelle”. Conte: “Mi presento alle elezioni come leader del Movimento”. Di Maio: “Con me Mts creava governi, non li sfasciava”. Renzi: “Chi vuole sostenere l’area Draghi dia un segnale”. La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni commenta: “Crisi rocambolesca e inaspettata, ma noi siamo pronti”.

Dimissioni Draghi, Camere sciolte: si vota il 25 settembre

La decisione arriva durante il Consiglio dei ministri, seguito alla firma del decreto del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Sarà la prima volta che si voterà in autunno per le politiche.

Crisi governo, Mattarella scioglie le Camere: “Non sono possibili pause in questo momento”

Il presidente della Repubblica ha annunciato di aver firmato il decreto. Poi ha spiegato: “Molti adempimenti da chiudere nell’interesse dell’Italia. A queste esigenze si affianca l’attuazione nei tempi concordati del Pnrr”. Infine l’appello alle forze politiche: “Mi auguro che pur nell’intensa campagna elettorale vi sia da parte di tutti un contributo costruttivo”. Si vota il 25 settembre.

Draghi in Cdm: “C’è tempo per i saluti, ora avanti con la stessa determinazione”

Il premier dimissionario durante il Consiglio dei ministri: “Porterò con me un ricordo molto bello di queste riunioni, ma ora dobbiamo mantenere la stessa determinazione nell’attività che potremo svolgere nelle prossime settimane, nei limiti del perimetro che è stato disegnato”. Poi un ringraziamento a Mattarella, “per la saggezza con cui ha gestito questa fase di crisi”. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)