Connect with us

Senza categoria

“Non mi sento bene”. Andrea ha un malore improvviso e muore durante la partita di calcetto: aperta un’inchiesta

Pubblicato

il

Andrea Musiu

CAGLIARI. È morto per infarto acuto del miocardio Andrea Musiu, il calciatore di 20 anni deceduto sabato sera mentre giocava nel campo di calcio del Vecchio Borgo Sant’Elia, a Cagliari. È quando emerge dall’autopsia condotta oggi pomeriggio al Policlinico Universitario di Monserrato, dal dottor Roberto Demontis.

Il medico legale, incaricato dal pm Danilo Tronci, che ha aperto un fascicolo d’inchiesta per omicidio colposo contro ignoti, ha lavorato cinque ore per rispondere ai quesiti degli inquirenti.

Le indagini

Gli accertamenti però non sono conclusi, bisognerà attendere il risultato degli esami istologici, di quelli genetici e l’analisi dei tracciati a cui era sottoposto il giovane. Ma non solo. La Procura adesso cercherà di approfondire altri aspetti legati alla partita a cui ha preso parte il ventenne, verificare se si trattava di un torneo, di una partita con una qualche forma di organizzazione o di un incontro tra amici. La salma del giovane in serata sarà restituita ai familiari.

Da Andrea Musiu a Milano, bimbo di 4 anni dimesso dall’ospedale: muore il giorno dopo

MILANO. Morto a soli 4 anni. Una tragedia immane che ha sconvolto tutti: dalla famiglia all’intera comunità. Si sono concluse le indagini per la morte di una bambino di 4 anni al policlinico di Milano  avvenuta per una peritonite acuta non diagnosticata a novembre 2021.

Ora, secondo quanto riportato da Leggo, rischiano il processo la specializzanda che lo visitò e il medico specialista che era di turno quella sera e che ha già firmato le dimissioni. L’accusa formulata dai magistrati è omicidio colposo.

Milano – Dimesso dall’ospedale, muore di appendicite

Secondo l’inchiesta del pm Paolo Filippini il piccolo, lo scorso novembre, era stato portato dai genitori al Pronto Soccorso dell’ospedale milanese con forti dolori all’addome e vomito ma era stato dimesso con una diagnosi di gastroenterite.

Il giorno dopo però il bambino è peggiorato ed è quindi stato chiamato il 118. Immediata la corsa in ospedale ma inutilmente: quando il bimbo è arrivato, stando a quanto ricostruito dalle indagini, non c’era più nulla da fare, perché l’infiammazione da peritonite aveva gravemente compromesso le sue condizioni già critiche. (Leggo)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)