Connect with us

Senza categoria

PAGAMENTI Assegno Unico su Reddito di cittadinanza, PRELIEVO VIETATO. INPS, CAMBIA TUTTO: ECCO COME FARE

Pubblicato

il

assegno unico

ASSEGNO UNICO. Perché non riesci a prelevare la somma dell’assegno unico su Rdc? L’Inps ha risposto a un cittadino su Facebook: il prelievo dell’assegno unico su Rdc è vietato per alcuni giorni dopo l’erogazione. Scopri quando è possibile prelevare.

Assegno unico su Rdc: ultimi giorni di luglio per ricevere i pagamenti

Gli ultimi pagamenti dell’assegno unico su Rdc di luglio 2022 sono previsti fra il 28 e il 30 del corrente mese.

Le date dei pagamenti cambiano da persona a persona quindi, quindi sarà necessario controllare la disponibilità degli accrediti sul propriofascicolo previdenziale.

Per accedere alla tua area riservata e verificare lo stato dei pagamenti devi utilizzare le tue credenziali: SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale); CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o CIE (Carta di Identità Elettronica). Leggi come usare la Cie su smartphone con sistema Android e Apple).

Una volta che avrai effettuato l’accesso, dal fascicolo previdenziale dovrai cliccare su “prestazioni” e poi su “pagamenti”.

Se hai figli maggiorenni e hai compilato il modello Rdc Com Au, controlla se l’Inps li ha inseriti nel conteggio dell’importo dell’assegno unico su rdc, perché purtroppo sono stati segnalati molti errori da parte dell’Istituto, come ti abbiamo spiegato in questo articolo.

Se non possiedi un’identità digitale puoi rivolgerti a un Caf o a unpatronato, che accederanno tramite proprio PIN, oppure puoi contattare il Contact Center dell’Inps ai numeri:

  • 803 164 se chiami da rete fissa, con chiamata gratuita;
  • 06 164 164 se chiami da cellulare. Il servizio in questo caso è a pagamento e verrà applicata la tariffa del tuo gestore telefonico.

Come ben saprai, le problematiche relative ai pagamenti dell’assegno unico sono numerose: pagamenti che non arrivano, arretrati che non vengono conteggiati, importi calcolati male, risposte da parte dell’Inps che si fanno attendere… Se aspetti da troppo tempo il pagamento dell’AU,ti mostriamo come puoi fare causa all’Inps.

Adesso però se ne aggiunge un’altra: il prelievo assegno unico su Rdc posticipato di circa 10 giorni. Ne veniamo a conoscenza grazie a una risposta data sulla pagina Facebook Inps per la Famiglia a un cittadino. Vediamo cosa sta succedendo.

Assegno unico su Rdc: prelievo vietato. Ecco cosa fare

Un cittadino ha rivolto una domanda all’Inps sulla sua pagina FacebookInps per la Famiglia, presentandosi come conoscente di una percettrice di reddito di cittadinanza.

La domanda è stata questa: “Come mai la somma dell’assegno unico su rdc non si riesce a prelevare? Allo sportello fa prelevare solo la disponibilità mensile del rdc”.

Inps per la Famiglia risponde che l’Au su rdc è prelevabile solo dopo 7-10 giorni dall’accredito. Nel caso in cui dovessero esserci problemi nel prelievo dopo questo tempo limite, è necessario rivolgersi a Poste Italiane (c’è un errore di battitura: Psote sta per “Poste”).

Insomma, i percettori di reddito di cittadinanza, purtroppo, ricevono un’altra brutta notizia. Non solo i tempi di attesa per l’accredito, per molti di essi, sono stati lunghissimi, ma adesso devono anche aspettare di poter prelevare!

Cosa fare, quindi? Purtroppo, in questo caso, la risposta può essere solo una: attendere.

Assegno unico su Rdc: quanto si può prelevare

La buona notizia è che il prelievo dell’assegno unico su Rdc non ha gli stessi limiti previsti per il reddito di cittadinanza.

La circolare n. 53 del 28-04-2022 dell’Inps chiarisce come, limitatamente alle somme dell’integrazione per l’AU su Rdc, potranno essere superati gli importi massimi di prelievo previsti dal sussidio.

L’importo massimo prelevabile con la carta Rdc è previsto dall’articolo 5, comma 6, del decreto legge n. 4/2019, il quale ha stabilito un limite pari a 100 euro mensili.

Il motivo è quello di spingere a utilizzare la carta per i pagamenti tracciabili, evitando l’utilizzo indebito dei contanti, che non possono essere controllati. Ti spieghiamo chi controlla le spese del reddito di cittadinanza.

Questo limite si alza però nel caso in cui nel nucleo familiare ci siano uno o più componenti minorenni o maggiorenni e può raggiungere unmassimo di 210 euro.

Per quanto riguarda il prelievo dell’AU con carta Rdc invece, come ti abbiamo accennato, l’importo è più elevato e puoi prelevare fino a 600 euro al giorno, ovvero il tetto giornaliero valido per tutte le Postepay, cioè la tipologia di carta su cui viene accredito il reddito di cittadinanza.

Ovviamente è necessario che tu abbia a disposizione questa somma sulla carta, altrimenti la card non funziona come carta di credito. (TheWam)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)