Connect with us

cronaca

Riccione, attraversano i binari: sorelle investite e uccise dal treno. Un testimone: “Ho urlato”

Pubblicato

il

Riccione

RICCIONE. Due sorelle, di 15 e 17 anni, sono state investite e uccise da un treno Alta Velocità in transito alla stazione di Riccione (Rimini) diretto verso Milano. È successo intorno alle 07.00. Dalle prime informazioni le due giovani sono state viste arrivare in stazione e tentare di attraversare i binari, barcollando. Accertamenti sono in corso da parte della polizia ferroviaria e dei carabinieri. Rintracciato il padre delle giovani.

Il traffico ferroviario è stato, infatti, sospeso tra Rimini e Cattolica, in direzione Ancona e si stanno predisponendo servizi sostitutivi ai treni regionali con degli autobus.

La polizia, la questura di Rimini e la Polfer

Hanno rintracciato il padre delle due ragazze, che è arrivato all’obitorio dell’ospedale per l’identificazione. Sul posto, intanto, anche il sindaco di Riccione Daniela Angelini, per dare supporto e fruibilità alla zona della stazione. Ci sarebbero alcuni testimoni oculari che gli investigatori stanno sentendo e bisognerà incrociare queste testimonianze con l’analisi dei video delle telecamere in stazione.

Non si esclude alcuna ipotesi

Da un attraversamento imprudente, a un litigio tra le due finito sui binari, a un tentato suicidio di una delle due con l’altra che tenta di fermarla ed entrambe finiscono travolte dal treno in corsa.

“Le ho viste, ho urlato”

“Ho visto le due ragazze che volevano andare nel secondo binario, perché c’era il treno fermo per Ancona. Allora mi sono messo a urlare e dietro di me si sono messe a urlare altre persone che aspettavano per prendere il treno. Tra le urla ho sentito il fischio del treno del primo binario, che andava verso Milano, sono sicuro fosse una Frecciarossa. Ho sentito un gran botto, non ho capito più niente, tutta la gente si è messa a urlare”.

È la testimonianza in un video pubblicato dal Corriere di Romagna, di un testimone che ha assistito all’investimento delle giovani. Di una dice: “Non mi sembrava in sé”.(TGCOM24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)