Connect with us

cronaca

Papà Gaetano ucciso da una moto mentre attraversava la strada, è morto sotto gli occhi della sua famiglia. Travolto anche suo figlio di 5 anni

Pubblicato

il

bari

BARI. Il corpo del bitontino 47enne Gaetano De Felice, morto nella notte tra venerdì e sabato scorsi sul lungomare di Santo Spirito, potrebbe essere restituito martedì 2 agosto ai parenti al termine dell’autopsia che sarà eseguita all’interno dell’Istituto di Medicina Legale del Policlinico di Bari.

Bari, addio a papà Gaetano

Ninni, com’era conosciuto da tutti, è stato travolto e ucciso sul lungomare Cristoforo Colombo di Santo Spirito, quartiere di Bari, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali con la propria famiglia, al termine di una allegra serata in pizzeria trascorsa con alcuni parenti.

LE ALTRE NOTIZIE DI CRONACA: Incidente a Porto Cervo, yacht si schianta contro gli scogli: almeno 1 morto e 6 feriti

SARDEGNA. È di almeno 1 morto e 6 feriti il bilancio dell’incidente verificatosi ieri nelle acque di Porto Cervo, in Sardegna.

Uno yacht di 21 metri, con a bordo 7 persone, è finito sugli scogli. La vittima è un uomo di 60 anni di nazionalità britannica, forse l’armatore della barca. È stato recuperato vivo ma incosciente dagli uomini della guardia costiera di Olbia e Porto Cervo. Tuttavia, è morto subito dopo i soccorsi.

Gli altri 6 feriti sono sbarcati a Porto Cervo e assistiti sul posto dai medici del 118 di Arzachena e Porto Cervo. Due sono in gravi condizioni e sono trasferiti in ospedale con codice rosso.

L’incidente è avvenuto ieri intorno alle 20:40 mentre il gruppo navigava davanti alle isole di li Nibani e potrebbe essere stato causato dalla manovra improvvisa del comandante dello yacht per evitare la collisione con un’altra imbarcazione. Il comandante del potente motoscafo Magnum, stando alla stampa locale, per evitare una imbarcazione proveniente da dritta (e quindi con precedenza), avrebbe virato senza però accorgersi del gruppo di scogli.

Lo yacht è semiaffondato e il relitto è già recuperato e trainato dai rimorchiatori fino allo scalo a Porto Cervo, prima di essere sequestrati dalla Capitaneria di Porto per effettuare le dovute indagini.

Solo qualche giorno fa si è verificato un altro incidente tra barche nelle acque dell’Argentario: nell’area vicino all’Isolotto al largo di Porto Ercole tra Torre Ciana e l’isola del Giglio, in Toscana, due imbarcazioni (una a vela e un motoscafo) si sono scontrate e nell’impatto una persona di 60 anni ha perso la vita. Una donna risulta ancora dispersa e le ricerche per il ritrovamento del corpo sono ancora in corso. Fonte: Fanpage

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)