Connect with us

attualità

Fine vita, Marco Cappato indagato a Milano per aiuto al suicidio

Pubblicato

il

cappato

Marco Cappato è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Milano per aiuto al suicidio. Il tesoriere dell’associazione Luca Coscioni è finito sotto accusa per il caso di Elena, malata terminale di cancro ma ancora autosufficiente: la donna è stata accompagnata da lui a morire in Svizzera con il suicidio assistito. Dopo il viaggio verso una struttura elvetica, Cappato è tornato in Italia dove si è autodenunciato davanti ai carabinieri.

Magistrati milanesi: atto dovuto 

Il provvedimento è scattato come atto dovuto dopo l’autodenuncia dell’esponente dell’associazione Coscioni al suo rientro dalla Svizzera. Cappato si è presentato nella stessa caserma in cui a febbraio 2017, si autodenunciò per aver portato in Svizzera dj Fabo che, rimasto paralizzato e cieco dopo un grave incidente, gli aveva chiesto aiuto per porre fine alle sue sofferenze.

Ipotesi trasferimento degli atti a Venezia

All’esame dei magistrati del dipartimento Salute e lavoro c’è anche il nodo della competenza territoriale, che potrebbe comportare un trasferimento degli atti di indagine da Milano a Venezia.

Cappato rischia 12 anni

Ora Cappato rischia 12 anni di carcere. La sentenza della Corte Costituzionale, che ha depenalizzato in parte il suicidio assistito in Italia, non comprende il caso di Elena, 69enne di Spinera, in Veneto. La donna infatti, nonostante un tumore ai polmoni avanzato, non era sottoposta a trattamenti di sostegno vitale. Come accadeva invece per Federico Carboni, primo paziente a cui è stato consentito l’accesso al suicidio assistito nel nostro Paese.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)