Connect with us

cronaca

Si schianta contro un tir, Kleidi muore sul colpo a soli 29 anni. Lascia la famiglia e la compagna

Pubblicato

il

kleidi

Terribile frontale: le lacrime di genitori e fratelli, dell’amata compagna

Morto sul colpo nel terribile incidente: è il triste destino di Klajdi Tahiri, per gli amici Kleidi, il ragazzo di 29 anni che ha perso la vita giovedì mattina sulla Sp11, nel tratto di tangenziale che da Desenzano porta a Sirmione e Peschiera, ai confini tra Rivoltella e San Martino.

L’incidente del povero Kleidi

Lo riporta Brescia Today. Il 29enne viaggiava verso Verona quando, intorno alle 7.30 si è schiantato contro un autoarticolato per il trasporto eccezionale di rotoli laminati in acciaio.

Il camionista – un 45enne di origini rumene – ha fatto il possibile per evitare l’impatto, cercando di deviare verso destra ma senza riuscirci. E’ morto sul colpo: vigili del fuoco e sanitari non hanno potuto altro che constatarne il decesso. Sul posto l’automedica, l’infermierizzata, un’ambulanza della Croce Rossa, i Vigili del Fuoco del comando provinciale.

I rilievi

I rilievi sono stati affidati agli agenti della Polizia Stradale di Desenzano: per la gestione della viabilità è intervenuta anche la Polizia Locale. Traffico in tilt, per ore: il tratto di tangenziale interessato all’incidente è rimasto chiuso almeno fino a mezzogiorno. Questo per consentire le operazioni di recupero (non facili) del mezzo pesante e di messa in sicurezza della carreggiata. Si segnala anche una perdita di gasolio, tamponata in tempo dagli operai della Provincia di Brescia (che ha competenza sulla tratta).

Chi era la vittima

La salma di Klajdi Tahiri è stata ricomposta e trasferita all’obitorio dell’ospedale: è atteso già nelle prossime ore il nulla osta alla sepoltura. Classe 1993, aveva compiuto 29 anni il 7 marzo scorso: originario di Elbasan, in Albania, da una vita abitava a Villanuova sul Clisi con la famiglia. Aveva studiato al Cfp Zanardelli, ora lavorava (in proprio, con una impresa individuale) nel settore dell’edilizia e più precisamente per la posa di infissi, arredi, controsoffitti e pareti mobili. Era un grande appassionato di musica: si dedicava al djing e anche come producer, conosciuto come TK. Lo piangono i genitori Dallandyshe e Ruzhdi, i fratelli Artur ed Elton, la compagna Melissa. Fonte: Brescia Today
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)