Connect with us

Guerra Ucraina

Ucraina, bombe russe su Nikopol: almeno undici vittime. Mosca: riunione del consiglio Onu sulla centrale di Zaporizhzhia

Pubblicato

il

ucraina

La guerra in Ucraina giunge al 168esimo giorno. Nella notte le forze russe hanno bombardato la città di Nikopol: sono morti 11 civili, altre 13 persone sono rimaste ferite. Il conflitto, ha dichiarato intanto Zelensky, “è iniziato con la Crimea e deve finire con la Crimea, con la sua liberazione”. Proprio sulla penisola sul Mar Nero sono state segnalate esplosioni in una base militare russa. Mosca ha chiesto una riunione del Consiglio Onu sulla centrale di Zaporizhzhia.

Ucraina: “Mosca vuole collegare centrale Zaporizhzhia a Crimea”

Le forze russe che occupano la centrale nucleare di Zaporizhzhia nel sud-est dell’Ucraina si stanno preparando a collegare la centrale alla Crimea, annessa da Mosca nel 2014, e la stanno danneggiando riorientando la sua produzione di elettricità: il loro piano è di danneggiare tutte le linee della centrale nucleare e di togliere il collegamento al sistema elettrico ucraino”. Lo ha affermato l’operatore ucraino Energoatom, citato dal Guardian.

Gb, Mosca schiera volontari come forze di terra in Donbass

Per rafforzare l’offensiva nel Donbass e le difese contro i previsti contrattacchi ucraini nel Sud, la Russia ha messo insieme una nuova importante formazione di forze di terra, il terzo Corpo d’armata, con sede nell’oblast di Nizhny Novgorod a est di Mosca. Lo afferma in un tweet il report aggiornato di intelligence del Ministero della Difesa britannico.

Missili russi vicino a Zaporizhzhia: morta una donna

Una donna è rimasta uccisa nella notte durante un attacco russo alla periferia di Zaporizhzhia, nel territorio dove si trova la centrale nucleare più grande d’Europa. Lo riferisce Ukrinform. “Si sa di un attacco all’insediamento di Kushuhum. Tre case sono state distrutte, altre 30 sono state danneggiate. Purtroppo una donna è stata uccisa”, ha scritto su Telegram il sindaco Anatoliy Kurtiev. Secondo le prime informazioni, le unità di difesa aerea ucraine hanno abbattuto due missili russi.

Bombe russe su Nikopol: morti 11 civili

Undici civili sono stati uccisi e 13 feriti nella notte nel corso dei bombardamenti russi sul distretto di Nikopol, nella regione di Dnipropetrovsk, nell’Ucraina orientale. “Il nemico ha bombardato il distretto con 80 razzi contro aree residenziali. Ha colpito deliberatamente mentre le persone dormivano nelle loro case”, ha scritto su Telgram il capo dell’amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk Valentyn Reznichenko, citato da Unian.

Mosca chiede una riunione del Consiglio Onu sulla centrale di Zaporizhzhia

La Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu “sui recenti attacchi ucraini contro la centrale nucleare di Zaporizhzhia e le catastrofiche conseguenze che potrebbero comportare”. Lo ha detto all’agenzia Tass una fonte della missione russa presso le Nazioni Unite. La riunione, secondo la richiesta di Mosca, dovrebbe svolgersi l’11 agosto.

Zelensky: “La guerra deve finire con la liberazione della Crimea”

La guerra della Russia contro l’Ucraina “è iniziata con la Crimea e deve finire con la Crimea, con la sua liberazione”. Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo messaggio serale. Il leader ucraino ha quindi affermato che “l’occupazione russa della Crimea costituisce una minaccia per tutta l’Europa e per la stabilità mondiale. Non ci sarà una pace stabile e duratura in molti Paesi sulle rive del Mar Mediterraneo finché la Russia sarà in grado di usare la nostra penisola come base militare”.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)