Connect with us

cronaca

Milano, la sorella del bimbo ucciso in bici: “Neanche un anno fa è morta mia madre”

Published

on

milano

MILANO. Ha circa venti anni e in meno di un anno ha perso prima la madre, per un infarto, e ora il fratello di appena di appena undici anni. È disperata Rawan, la sorelle di Mohanad, il bimbo ucciso in bicicletta a Milano la notte fra l’otto e il nove agosto. Il picolo girovagava per le strade deserte della città aspettando che il padre chiudesse la sua rosticceria. L’uomo ha ritrovato il corpo sfracellato a terra quando si è accorto che il figlio non transitava più davanti alla sua vetrina ed è uscito dal locale per cercarlo.

La disperazione di Rawan

Affida a Facebook i suoi pensieri la giovane, studentessa universitaria. Da quando è morto il fratello non vuole più neanche uscire di casa. “Il mio cuore è spezzato, Allah, sii gentile con me, e dammi la pazienza per continuare in questi giorni”, scrive.

“Sei andato da mia madre, Mohanad, mandale i miei saluti”. La ragazza ha infatti perso la madre appena qualche mese fa, a causa di un infarto. E ora è rimasta ad dover affrontare il grande dolore da sola con il padre.

Il cordoglio del quartiere
Ieri il locale del padre, un kebab pizzeria in Via Carlo Parea, ha riaperto perché tante persone del quartiere volevano fare le condoglianze alla famiglia del bambino. Una famiglia che, arrivata dall’Egitto, si era ben integrata a Milano.

Sia il padre che lo zio si sono, però, chiusi per ora nel loro silenzio e non dicono molto alla stampa e alle tante persone che sono accorse al loro locale. Si sono affidati a un avvocato che tutelerà i loro diritti affinché sia chiarita con precisione la dinamica dell’incidente, causato da un 22enne senza patente.

Per ora il pirata della strada, che dopo essere scappato si è costituito la mattina seguente, è a piede libero e si attende di sapere se fosse sotto l’effetto di alcolici. Essendo trascorse molto ore dal momento dell’incidente, non è infatti stato possibile sottoporlo all’alcoltest. Intanto è risultato leggermente positivo all’uso di droghe.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)