Connect with us

Senza categoria

Assegno Unico su Reddito di cittadinanza, DOMANDE RESPINTE PER ERRORE: ECCO COSA FARE. Tutte le ultimissime

Pubblicato

il

assegno unico

ASSEGNO UNICO. L’Inps ha rifiutato la tua domanda di assegno unico su Rdc dopo aver compilato e inviato il modello Rdc Com Au? Scopri perché è successo e se puoi fare ricorso.

Domande assegno unico su Rdc respinte: l’ennesimo errore dell’Inps

Molti nostri utenti ci segnalano un altro errore commesso dall’Inps, questa volta riguardante le domande assegno unico respinte dopo la ricezione e il controllo del modello Rdc Com Au.

Assegno unico su rdc: il modulo Rdc Com Au per il calcolo delle maggiorazioni

Chi ha diritto all’assegno unico su Rdc ha avuto necessità di compilare e inviare il modulo Rdc Com Au anche per permettere all’Inps di calcolare eventuali maggiorazioni di cui si ha diritto.

La circolare n. 53 dell’Inps cita l’articolo 4 comma 8 e l’articolo 5 deldecreto che regola l’assegno unico, che parla della maggiorazione per famiglie dove entrambi i genitori sono percettori di reddito e per gli ex percettori di Assegni per il nucleo familiare ANF.

Quindi, attraverso il modulo Rdc Com Au, hai dovuto segnalarel’eventuale presenza di entrambi i genitori titolari di reddito da lavoro e il diritto ad ottenere la maggiorazione comprensiva se hai un nucleo familiare con Isee non superiore a 25mila euro, in cui un componente del nucleo familiare abbia percepito, nel corso del 2021, l’assegno per il nucleo familiare ANF, in presenza di figli minori.

Il modulo Rdc Com Au, è stato reso disponibile sul sito dell’Inps due mesi dopo l’annuncio dell’Istituto: e già qui abbiamo un primo disservizio e un danno verso i beneficiari dell’AU su Rdc. Ma non finisce qui.

Nonostante la compilazione e l’invio del modello Rdc Com Au, molti cittadini si sono visti rifiutare la domanda per assegno unico su Rdc. Perché? Te lo spieghiamo nel prossimo paragrafo.

Assegno unico su Rdc rifiutato dopo l’invio del modello Rdc Com Au: perché?

L’assegno unico su Rdc è stato respinto dall’Inps, dopo l’invio del modello Rdc Com Au, principalmente per due motivazioni, fornite dallo stesso Istituto: “Uno dei CF (componenti familiari) del Modello Rdc Com Au non è presente nella DSU di riferimento della stessa mensilità Rdc.”

Al contrario, l’Inps ha considerato nel nucleo familiare dei beneficiari anche persone non più presenti.

L’Inps, in alcuni casi, non ha considerato alcun figlio presente nel nucleo familiare, comunicando che non fosse presente nella DSU, come nello screen che ti abbiamo allegato sopra. Quindi, nessun figlio presente è uguale a nessun diritto all’assegno unico su Rdc.

Ma i figli sono presenti. E i beneficiari dell’Rdc, che hanno necessità del sussidio per rispondere a tutte le loro esigenze, adesso si trovano a dover segnalare l’ennesimo errore dell’Inps!

Assegno unico su rdc respinto: puoi fare ricorso?

Purtroppo l’Inps non ha messo a disposizione delle famiglie una procedura per presentare ricorso se la domanda di assegno unico su Rdc viene respinta.

L’alternativa, quindi, sarebbe quella di presentare una seconda domanda per ottenere il sussidio.

Nel caso dei beneficiari di assegno unico con domanda, non consigliamo questa procedura, perché la data presa in considerazione, anche per il pagamento degli arretrati, sarebbe quellanuova.

Invece, nel caso dei beneficiari di Rdc, però, questa sarebbe unasoluzione fattibile, perché l’assegno unico su Rdc spetta automaticamente di diritto ai percettori di Rdc, quindi verranno comunque calcolati tutti gli arretrati, senza considerare il termine ultimo per l’acquisizione del diritto, che era fissato al 30 giugno 2022. (TheWam)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)