Connect with us

attualità

Covid, in Sudafrica individuate nuove varianti mix di Delta e Omicron

Pubblicato

il

Covid

COVID. In Sudafrica si osservano nuove varianti di Covid-19. Una di queste viene ora “ufficialmente descritta come un ricombinante Delta-Omicron e chiamata ‘Xay’. Al momento, siamo allertati, non preoccupati, ma abbiamo aumentato la sorveglianza genomica”. A spiegarlo, su Twitter, è Tulio de Oliveira, esperto a capo del Center for Epidemic Response and Innovation (Ceri) della Stellenbosch University

Tulio de Oliveira è in prima linea nella sorveglianza di Sars-CoV-2 sul fronte africano e primo con il suo team a identificare in passato le varianti Beta e Omicron. Ora dedica alcuni post ai ‘ricombinanti’: mix di diverse varianti, in questo caso due che combinano Delta e Omicron

L’esperto spiega di aver lavorato con il sistema di classificazione e denominazione dei lignaggi di Sars-CoV-2 (Pango), dopo che sono emersi a metà luglio due piccoli cluster di ricombinanti Omicron-Delta in Sudafrica, di cui uno è stato appunto chiamato Xay

Covid – Le nuove varianti e gli esperti

A parlarne è anche Tom Peacock, virologo del Dipartimento di malattie infettive dell’Imperial College London, che già aveva approfondito le caratteristiche di ‘Centaurus’, la nuova sottovariante Omicron BA.2.75. Ora, a proposito di quelli che definisce nel dettaglio mix Delta-Omicron 2 scrive: “Xay e la sua ‘sorella’ ricombinante” minore, al momento senza un nome assegnato e indicata come “la ‘costellazione 2′”, hanno uno “schema di ricombinazione molto complesso”

Nei suoi tweet l’esperto cita anche un altro esempio di mix Delta-Omicron 2: quello di “Xaw, ricombinante ‘sandwich’ abbastanza standard (pane Delta e ripieno BA.2)”. Lo schema dei ricombinanti intercettati in Sudafrica è in effetti un ‘sandwich’ più complesso

I numeri di sequenze sono attualmente “molto bassi”, viene precisato. “Molto probabilmente – aggiunge Peacock – finiscono per diventare stranezze, ma molti occhi stanno guardando da vicino” queste varianti mix per vedere se cambia qualcosa

“Il numero di ulteriori mutazioni combinate con i soliti lignaggi (cioè Delta e BA.2 che non hanno mai co-circolato molto nella maggior parte dei luoghi) fa ipotizzare che queste potrebbero essere derivate da coinfezioni croniche (infezione cronica da Delta, co-infezione con BA.2?)”, spiega ancora l’esperto

La nuova variante Delta Omicron

Intanto, in Sudafrica gli esperti hanno alzato la sorveglianza e cominciato a segnalare la nuova variante Delta-Omicron nei grafici

“Per motivi di trasparenza – spiega de Oliveira – e per aiutare il nostro governo e il mondo a identificare e caratterizzare l’evoluzione di Sars-CoV-2, il nostro rapporto settimanale presenta già il ricombinante Delta-Omicron ‘Xay’ nelle barre verdi nelle ultime settimane epidemiologiche”. (SKYTG24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)