Connect with us

attualità

Covid, 8.355 nuovi casi e 60 morti. Tasso positività al 13,3%: il bollettino

Pubblicato

il

Covid, 8.355 nuovi casi e 60 morti. Tasso positività al 13,3%

COVID. Nelle ultime 24 ore l’Italia registra 8.355 nuovi casi di coronavirus a fronte di 62.967 tamponi (il giorno precedente erano stati 17.647 su 117.767 test). Lo riporta il ministero della Salute, secondo cui i morti sono 60 (domenica erano stati 41). I dimessi e i guariti sono 19.417.

Stabili gli ingressi in terapia intensiva mentre aumentano leggermente i ricoveri nei reparti Covid (+3). Il tasso di positività scende al 13,3% (-1,7%).

Covid – In terapia intensiva

Sono 229 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (dato invariato rispetto a domenica, nel bilancio tra entrate e uscite), mentre gli ingressi giornalieri sono 15. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 5.631, nelle ultime ventiquattro ore tre i più. Gli attualmente positivi sono 668.764, rispetto a ieri 11.130 in meno. Dimessi e guariti sono 20.970.685 (+19.417) mentre il totale dei casi dall’inizio della pandemia è di 21.814.856, quello dei decessi è di 175.407.

In Sudafrica individuate nuove varianti mix di Delta e Omicron

Una delle varianti è stata chiamata “Xay”. “Abbiamo aumentato la sorveglianza genomica”, spiega Tulio de Oliveira, esperto a capo del Center for Epidemic Response and Innovation (Ceri) della Stellenbosch University.

Bassetti: “Ora si svegliano sui troppi morti, fare luce ma politica resti fuori”

Sulla questione dell’elevato numero dei decessi per Covid-19 in Italia anche nel 2022, “vedo che ora qualcuno si è svegliato e ammette che c’è un problema. Si deve fare luce sul perché abbiamo avuto tanti morti registrati come Covid, per farlo occorre analizzare le cartelle cliniche e capire se sono morti per altre patologie e avevano il tampone positivo. Se si dice che l’Italia è prima in Europa per l’uso di antivirali, allora perché ci sono così tanti morti?”.

Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, tornando su quanto affermato in un’intervista dal direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, che ha sottolineato che l’Italia è il primo Paese in Europa per l’uso degli antivirali orali e che occorre fare chiarezza sui numeri dei decessi.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)