Connect with us

Politica Napoli

Napoli, Manfredi nomina Maura Striano assessore alla Scuola: “Lavoro in continuità con Filippone”

Published

on

Napoli Maura Striano

NAPOLI. Con apposito decreto, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha nominato la professoressa Maura Striano come nuovo assessore all’Istruzione del Comune di Napoli. Striano viene dal mondo della scuola: è stata coordinatrice psicopedagogica e insegnante di sostegno, ed ha insegnato nella Casa Circondariale femminile di Pozzuoli e al Convitto Vittorio Emanuele II).

Attualmente è Docente ordinaria di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II nonché dottore di Ricerca in Scienze dell’Educazione (Università di Perugia) e Alumna Fulbright (Montclair State University).

LE PAROLE DEL SINDACO DI NAPOLI GAETANO MANFREDI

“Una scelta in piena continuità con lo straordinario lavoro svolto da Mia Filippone che ha lasciato un segno indelebile nel campo dell’istruzione e dell’educazione in città: alla professoressa Striano il compito, che saprà assolvere al meglio in virtù della sua esperienza di docente a scuola e poi all’Università, di proseguire lungo il solco tracciato dalla Filippone nei mesi di assessorato comunale”, il commento del sindaco Manfredi.

I RINGRAZIAMENTI DI STRIANO E IL RICORDO DI MARIA FILIPPONE

“Ho avuto modo di collaborare con la Filippone in qualità di esperta su alcuni progetti da lei messi in campo e sono consapevole delle sfide che ci attendono a breve nello scenario post-pandemico. Le linee guida, tracciate dal sindaco Manfredi in continuità col passato, saranno tutte orientate a favorire l’inclusione sociale, a ridurre l’evasione scolastica, a realizzare i numerosi progetti finanziati dal Pnrr per efficientare le strutture scolastiche e ridurre i divari sociali e territoriali. Tra le priorità c’è infatti l’applicazione piena e diffusa del Patto educativo sottoscritto dal Comune insieme alla Curia di Napoli e tutti gli altri soggetti istituzionali coinvolti a livello nazionale e locale”, la strategia dell’assessore Striano.

IL PIANO DI STRIANO

Lungo e articolato il percorso professionale della Striano nel settore dell’educazione con particolare attenzione agli interventi finalizzati all’inclusione sociale. Insegna, infatti, Pedagogia generale nel corso di laurea triennale in Scienze e tecniche psicologiche nel quale ha inoltre la titolarità del Laboratorio di progettazione e valutazione dell’intervento educativo nei contesti di devianza e di marginalità. Nell’ambito del corso di laurea magistrale in Coordinamento dei servizi educativi per la prima infanzia e il disagio sociale insegna Pedagogia della devianza e della marginalità. Dirige inoltre il Centro di Ateneo per l’Inclusione Attiva e Partecipata degli Studenti (SINAPSI) ed è delegata dell’Ateneo Federico II e membro del Comitato Direttivo del Centro di Ricerca Interuniversitario Giovani, Educazione, Orientamento (GEO) per lo studio della condizione giovanile, dell’organizzazione delle istituzioni educative e dell’orientamento.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Politica Napoli

Bollette, la ricetta di De Luca: “Pronto piano regionale di aiuti a famiglie ed imprese”

Published

on

de luca

CARO BOLLETTE. Vincenzo De Luca annuncia un piano socio-economico di sostegno a famiglie ed imprese campane per far fronte al caro bollette. I dettagli saranno illustrati la prossima settimana, ma il presidente della Regione ne ha anticipato i contenuti nel corso della consueta diretta social del venerdì pomeriggio.

E ancora spiega De Luca

“E’ un momento difficile e dobbiamo stringere i denti. Dobbiamo cercare di far prevalere gli elementi di unità e di solidarietà, passata la campagna elettorale. Servono interventi concreti, che abbiano risultati percepibili da parte dei cittadini. Noi cercheremo di fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per dare un aiuto alle nostre famiglie e alle nostre aziende. Stiamo facendo uno sforzo enorme per mettere in piedi un piano socio-economico come quello varato in Campania due anni fa, di oltre 1 miliardo di euro di aiuti per famiglie, imprese, pensionati, commercianti, artigiani. Oggi non abbiamo quelle risorse, ma stiamo facendo uno sforzo enorme per recuperare centinaia di milioni di euro per un piano di aiuti alle famiglie e alle imprese.

Stiamo facendo una battaglia in queste ore perchè abbiamo questo paradosso: ci sono disponibili per il Sud 22 miliardi di euro. Sono i fondi Fsc Sviluppo e coesione. E’ un capitolo finanziario dello Stato destinato alle regioni meridionali per l’80%. E’ stata data una prima anticipazione, ma da giugno vengono bloccati 22 miliardi di euro, che potrebbero essere dati immediatamente alle regioni del Sud. La Regione Campania dovrebbe ricevere a conguaglio altri 5 miliardi e 600 milioni di euro. Avessimo a disposizione queste risorse, potremmo fare un piano di aiuti molto più consistente.

La mia opinione è che sono bloccati perchè c’è qualche forza politica che immagina che dopo il 25 settembre, queste risorse destinate per l’80% al Sud, possono cambiare destinazione e arrivare magari per l’80% al Nord. Mi auguro non avvenga questo ennesimo delitto sulla pelle dei cittadini meridionali. Vedremo se in queste ore ci sarà senso di responsabilità e si sbloccheranno queste risorse. Intanto noi faremo comunque un nostro piano socio-economico di aiuti a famiglie ed imprese per far fronte al caro bollette e per dare una mano alle attività produttive.

La ricetta di De Luca

Presenteremo questo piano probabilmente martedì prossimo: sono previsti aiuti per le famiglie, contributi per gli asili nido. Abbiamo già approvato contributi per abbonamenti gratuiti per gli studenti. Daremo un contributo buono per le attività sportive che possono fare ragazzi e ragazze. Cercheremo di bloccare qualsiasi aumento di bollette dell’acqua, che è il campo nel quale possiamo intervenire come Regione. Per quanto riguarda le imprese cercheremo di sterilizzare, per il 30/40%, gli aumenti del costo dell’energia, in attesa che a livello nazionale arrivino misure di sostegno alle famiglie”, ha spiegato il governatore campano.

De Luca ha fatto anche il punto della situazione sulla campagna vaccinale autunnale e sul Covid: “Stiamo aspettando di avere chiarezza da parte del Ministero della Salute per quanto riguarda le nuove vaccinazioni. Premesso che a inizio ottobre comincia la campagna vaccinale ‘normale’ per i bambini. Per quanto riguarda il Covid, invece, stiamo aspettando ancora di avere certezze che per ora non abbiamo.
Quando partiremo, lo faremo con obiettivi chiari da comunicare ai nostri cittadini. La situazione Covid, ad oggi, è del tutto sotto controllo. Non abbiamo registrato nuovi picchi di contagio. Le terapie intensive restano quasi vuote e anche nei reparti ordinari non registriamo fiammate. Ovviamente restiamo prudenti e manteniamo comportamenti responsabili per evitare problemi”.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Continue Reading

Politica Napoli

Napoli, riapre il Cimitero di Poggioreale: la nota del Comune firmata dal sindaco Manfredi

Published

on

Poggioreale

CIMITERO POGGIOREALE. “Come d’intesa col Sindaco Gaetano Manfredi che aveva garantito il suo impegno sulla vicenda a seguito del crollo verificatosi”, è scritto in una nota del Comune di NAPOLI, l’assessore ai Cimiteri Vincenzo Santagada rende noto che “a decorrere dalla giornata del 12 settembre nel Cimitero Monumentale di Poggioreale riprenderanno le operazioni di polizia mortuaria e sarà reso nuovamente accessibile il sito ai cittadini (con le inibizioni relative alle aree ove si sono verificati i crolli, delimitate da recinzioni e provviste di appositi cartelli, e su cui sono in corso le operazioni di recupero delle salme)”.

POGGIOREALE – Quanto alle operazioni di polizia mortuaria

Si precisa “che saranno effettuate contemporaneamente alle attività delle pregresse ed inevase deposizioni di ceneri bloccate a seguito del lungo sequestro. Gli interessati devono recarsi presso l’Ufficio Anagrafe mortuaria, localizzato presso la struttura denominata Grande Ipogeo nel cimitero Nuovissimo di Poggioreale, muniti della documentazione necessaria (verbale di cremazione, permesso di seppellimento e decreto di cremazione in bollo) allo scopo di prenotare l’operazione da fare”.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading

Politica Napoli

“E’ morta Rosa Russo Iervolino”, la smentita della famiglia dell’ex sindaca di Napoli e prima donna a capo del Viminale

Published

on

Rosa Russo Iervolino

NAPOLI. “La notizia della morte della Iervolino è assolutamente infondata. Lo si apprende dai familiari che confermano che l’ex sindaco è a casa, serena e in salute”, fanno sapere in una nota. Questa mattina dopo il post di un ex consigliere comunale si era diffusa la notizia falsa del decesso dell’ex sindaco di Napoli dal 2001 al 2011.

Rosa Russo Iervolino

E’ stata parlamentare dal 1979 al 2001 tra la Camera dei deputati e il Senato della Repubblica, ricoprendo vari incarichi parlamentari, svolgendo il ruolo di Ministro per gli affari sociali dal 1987 al 1992, Ministro della pubblica istruzione dal 1992 al 1994 e Ministro dell’interno nel governo D’Alema I, la prima donna a capo del Viminale.

Sposata dal 26 ottobre 1964 con Vincenzo Russo, medico di Vasto (per rimanere vedova a soli 50 anni), con Aldo Moro suo testimone, ha avuto tre figli: Maria Cristina e Francesca.

Il bilancio come sindaco

Come punti di forza dei 10 anni ricoperti da sindaco di Napoli l’approvazione del Nuovo Piano Regolatore Generale, il nuovo sistema delle metropolitane, la riforma del decentramento e la scelta di difendere la gestione pubblica di alcuni servizi, in particolare dell’acqua, con interventi anche personali nel referendum contro la privatizzazione. Importante anche l’attività di estensione delle zone a traffico limitato e delle aree pedonalizzate.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

Trending

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)