Connect with us

cronaca

Ultim’ora. Alessandro giù dal balcone a 13 anni, la svolta: l’ex fidanzata guidava la gang che l’ha ucciso. “Se allevi conigli non puoi pretendere leoni”

Pubblicato

il

Alessandro l'ex fidanzata guidava la gang

GRAGNANO. La morte di Alessandro, il giovane che si è lanciato nel vuoto a Gragnano, in provincia di Napoli, continua a far parlare. I carabinieri stanno facendo luce sul caso del ragazzino di 13 anni, morto dopo la caduta dal quarto piano. E mentre si parla di un possibile suicidio a causa del cyberbullismo, il commento postato su Linkedin e poi cancellato da un ufficiale dei carabinieri sta suscitando indignazione e polemiche.

Il post choc

Alessandro, con ogni probabilità, si è tolto la vita perché minacciato dai bulli. I carabinieri, infatti, hanno trovato una chat segreta sul cellulare del giovane in cui lo spingevano a uccidersi. E il post del carabinieresconvolge l’opinone pubblica: «Se allevi conigli – ha scritto l’ufficiale, coordinatore delle attività sportive della Scuola ufficiali dell’Arma – non puoi pretendere leoni. Magari la colpa è di chi non ha saputo far crescere adeguatamente quel ragazzino. Il problema con un bullo si risolve, da sempre, dimostrandogli che non hai paura di lui».

L’Arma si dissocia

Parole dalle quali il Comando generale dei carabinieri ha subito preso le distanze, avviando un procedimento disciplinare: «In merito ai contenuti pubblicati su una piattaforma social da parte di un ufficiale in relazione al suicidio di un 13enne, trattasi di commenti espressi a titolo personale, le cui responsabilità ricadono esclusivamente sull’interessato». Sul commento espresso dopo la morte del giovane di Gragnano, inoltre, l’Arma, «dal canto proprio, ha avviato un procedimento amministrativo per le valutazioni disciplinari».

Due ragazze avrebbero guidato la gang dei bulli contro Alessandro

Una ex inviperita per un rifiuto avrebbe ordito la terribile vendetta nei confronti di un adolescente tra aggressioni, minacce, insulti e intimazioni a togliersi la vita. Tanto da spingere Alessandro a scrivere alla fidanzatina: Tra poco toglierò il disturbo. Uno scenario agghiacciante, quello che arriva da Gragnano, dove giovedì mattina ha perso la vita il 13enne, volato dalla finestra di casa sua al quarto piano dopo mesi di attacchi social da parte dei cyber-bulli del quartiere, che di lì a qualche giorno si sarebbero presentati all’esterno della scuola per dargli una lezione. (IlMessaggero/leggo)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)