Connect with us

New York

Usa, troppe violenze: nel Maryland coprifuoco per gli adolescenti

Pubblicato

il

usa

USA. Dopo un’ondata di violenze scoppiata nell’ultimo mese, una contea del Maryland, vicino a Washington, ha deciso di imporre il coprifuoco per tenere i ragazzi in casa.

Usa, i fatti a Maryland

Il capo della contea Prince George, Angela Alsobrooks, ha annunciato la misura dopo un weekend nel quale almeno quattro persone, tra cui un 15enne, sono state uccise da armi da fuoco, mentre un ragazzo e una bambina sono gravi. Il coprifuoco entrerà in vigore a partire dal prossimo fine settimana e durerà almeno per 30 giorni.

LE ALTRE NOTIZIE: Gas, il prezzo chiude in rialzo ad Amsterdam: 240 euro/MWh, +11,8%. Borse europee al tappeto, Milano -2,01%

Chiusura di seduta in rialzo dell’11,80% a 240 euro al megawattora per i futures del gas Ttf, balzati in giornata fino a 282 euro al megawattora all’hub di Amsterdam con un rialzo massimo del 31,58%.

La reazione delle Borse europee

I forti rialzi del prezzo del gas, dopo che venerdì Gazprom ha annunciato la chiusura per un periodo indefinito del gasdotto Nord Stream 1, e la questione petrolio, con l’annuncio dell’Opec+ di un taglio da 100mila barili al giorno delle forniture, affossano le Borse europee. Maglia nera è il Dax 30 di Francoforte, che cede il 2,2% a 12.763,19 punti. E’ eguita da Piazza Affari, con il Ftse Mib che cede il 2,01% a 21.480,19 punti.

Il Cac 40 di Parigi cede a sua volta l’1,2% a 6.093,22 punti. Mentre l’Ibex 35 di Madrid lascia sul terreno lo 0,89% a 7.861,68 punti. In calo anche l’Aex di Amsterdam che cede lo 0,66% a 674,12 punti. Eccezione di giornata il Ftse 100 di Londra, che in un giorno segnato Oltremanica dalla nomina di Liz Truss a prossima premier del Regno Unito guadagna lo 0,07% a 7.286,35 punti. Chiusa invece Wall Street per il Labor Day.

Petrolio e gas

Il barile ha visto quotazioni in netto rialzo dopo la decisione dell’Opec+. I futures del West Texas Intermediate hanno guadagnato il 2,52% a 89,06 dollari al barile; mentre il Brent è avanzato del 2,63% a 95,74 dollari al barile. I futures del gas Ttf sono balzati fino a 282 euro al megawattora all’hub di Amsterdam con un rialzo del 31,58%, concludendo la seduta in rialzo dell’11,80% a 240 euro al megawattora. A Piazza Affari gli unici titoli che hanno beneficiato della seduta sono stati i petroliferi, con Eni che ha guadagnato l’1,69% e Tenaris lo 0,92%. In deciso calo Pirelli (-5,06%), Interpump (-4,82%), Stellantis (-4,79%) e Campari (-4,32%).

Lo spread 

Chiusura in lieve rialzo a 236 punti base per lo spread tra Btp e Bund tedesco, con il rendimento del decennale italiano che si attesta al 3,93% sul mercato secondario, dopo aver toccato un massimo di seduta di 240 punti base.

Intanto in Europa si guarda a come affrontare la crisi energetica. “La Germania ha bisogno del nostro gas. E noi abbiamo bisogno dell’elettricità prodotta nel resto d’Europa, e in particolare in Germania”. Lo ha spiegato Emmanuel Macron dopo un incontro da remoto con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. “Contribuiremo alla solidarietà europea nel gas e beneficeremo della solidarietà europea nell’elettricità”. Il presidente francese ha detto che la percentuale di gas russo nel consumo totale europeo è scesa dal 50% al 9% negli ultimi mesi.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)