Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, decisione Ue su price cap del gas slitta a ottobre. Zelensky: “Liberata la città di Balakliya”

Published

on

Ucraina

La guerra in Ucraina giunge al 198esimo giorno. Fumata nera sul price cap al prezzo del gas russo nell’Ue. La proposta non sarà discussa oggi dai ministri dell’Energia. La decisione slitta a ottobre ad uno dei due vertici dei capi di Stato e di governo: il 6 e 7 a Praga e il 20 e 21 a Bruxelles. Intanto in reazione alla decisione annunciata dai Paesi baltici e dalla Polonia di chiudere le proprie frontiere ai turisti russi a partire dal 19 settembre, la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, ha detto: “L’Ue chiude la sua gabbia dall’interno e continua a isolarsi dalla Russia e dal resto del mondo”. Zelensky annuncia liberazione città di Balakliya: “Ogni cosa è al suo posto. La bandiera dell’Ucraina è in una città ucraina libera sotto un cielo ucraino libero!”.

Kiev, nel Kherson i russi usano i civili come scudi umani
I russi usano la popolazione locale come “scudo umano” in alcune zone della regione di Kherson (sud): lo rende noto su Facebook lo stato maggiore delle forze armate di Kiev, riporta Unian. “In relazione all’offensiva delle nostre truppe, in alcune aree della regione di Kherson, le unità delle forze armate della Federazione Russa stanno passando alle tattiche di azioni terroristiche contro i civili locali – si legge nel messaggio -. Secondo le informazioni disponibili, nel villaggio di Bolshaya Aleksandrovka, gli occupanti usano la popolazione locale come ‘scudo umano’.

Ucraina, Zelensky rivendica liberazione di decine di insediamenti a sud ed est del Paese
Il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha rivendicato la liberazione di “decine di insediamenti” nel sud e nell’est del Paese precedentemente occupati dalle forze russe. Nel suo messaggio quotidiano rivolto al Paese, il presidente ucraino ha affermato che l’Esercito ha liberato circa mille chilometri quadrati di territorio occupato nell’ambito delle controffensive intraprese all’inizio di questo mese.

Zelensky annuncia la liberazione della città di Balakliya
Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha annunciato la liberazione della città di Balakliya, nella regione di Kharkiv, dagli invasori russi. “Ogni cosa è al suo posto. La bandiera dell’Ucraina è in una città ucraina libera sotto un cielo ucraino libero! Grazie! Sono orgoglioso di voi! Abbiate cura di voi! Alla vittoria! Gloria all’Ucraina!”, ha detto Zelensky.

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, Kiev: “Scoperte 22 camere di tortura a Kharkiv”

Published

on

Ucraina stanza delle torture

GUERRA UCRAINA. L’ultima ritrovata a Piski-Radkivskii, nel distretto di Izium, dove rinvenute giacche e borse del personale dell’esercito ucraino. Trovati i corpi di 534 ucraini nella parte liberata della città.

Le autorità ucraine

Hanno denunciato la scoperta di 22 camere di tortura nella regione di Kharkiv, nelle aree in precedenza sotto il controllo delle forze russe. Lo ha riferito Serhii Bolvinov, capo del dipartimento investigativo della polizia regionale. “Praticamente in tutte le città e le grandi città in cui stabilite le truppe russe, trovati luoghi di detenzione di civili e prigionieri di guerra. I principali metodi di tortura includono percosse, soffocamento ed elettrocuzione, tra le altre pratiche”. Lo dice Bolvinov, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Ukrinform.

L’ultima di queste camere ritrovata a Piski-Radkivskii, nel distretto di Izium, dove rinvenute giacche e borse del personale dell’esercito ucraino. Da informazioni precedenti sembrerebbe che una dozzina di soldati russi si trovassero regolarmente nell’edificio utilizzato per le torture.

I corpi di 534 ucraini uccisi scoperti a Kharkiv

I corpi di 534 ucraini uccisi dai russi scoperti nella parte della regione di Kharkiv liberata dalle forze ucraine. Lo ha annunciato Serhiy Bolvinov, capo del dipartimento investigativo della direzione della polizia nazionale nella regione di Kharkiv, durante un briefing online, secondo quanto riporta Unian. “Purtroppo abbiamo già registrato e prelevato dai territori disoccupati i corpi di 534 civili, di cui 226 donne, 260 uomini, 19 bambini (13 di loro non sono stati identificati) e 29 resti umani, il cui sesso non è stato ancora determinato” , ha detto Bolvinov aggiungendo che sono state scoperte 22 camere di tortura.

Ucraina – Un’altra camera delle torture: maschere anti-gas e capsule dentali

Soltanto ieri un’altra galleria degli orrori è stata trovata in un bosco a Pisky-Radkivski, villaggio nella regione di Kharkiv sulla riva destra del fiume Oskil. Una nuova camera delle torture scoperta dalla polizia ucraina nella località da poco tornata sotto il controllo di Kiev dopo la ritirata delle truppe di Mosca dove sono state rinvenute “una maschera antigas messa sulla testa di una vittima che è stata coperta con uno straccio che bruciava e sepolta viva” e “una scatola di capsule dentali d’oro”. “Una mini Auschwitz”, ha denunciato il ministero della Difesa ucraino pubblicando le due immagini, scattate dal capo del dipartimento investigativo dei servizi di sicurezza nell’oblast, Serhiy Bolvinov: un’inquietante riproposizione delle pratiche naziste nei confronti dei prigionieri nei campi di concentramento. (Skytg24)


Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Continue Reading

Guerra Ucraina

Ultim’ora Ucraina, Ue: “Prepararsi a risposta in caso di attacco nucleare russo”

Published

on

Ucraina

GUERRA UCRAINA. L’Eurocamera chiede all’Ue di preparare una risposta in caso di attacco nucleare russo. Questo il contenuto della relazione sull’escalation russa in Ucraina approvata dal Parlamento europeo con 504 voti a favore, 26 contrari e 36 astensioni in cui si chiede inoltre un forte aumento dell’assistenza militare a Kiev, la condanna dei referendum farsa e delle minacce nucleari di Putin e l’istituzione di un tribunale internazionale ad hoc. Il Consiglio Europeo ha adottato l’ottavo pacchetto sanzioni contro la Russia in risposta “all’annessione illegale delle regioni ucraine di Donetsk, Luhansk, Zaporizhzhia e Kherson”.

Per il premier ungherese, Viktor Orbán, è una politica fallita che deve essere ripensata: la guerra non è finita, i prezzi in Europa sono alle stelle, la Russia sta realizzando profitti. Intanto sul campo, questa mattina sono avvenuti sette raid missilistici russi contro la città di Zaporizhzhia, colpite infrastrutture ed edifici residenziali: due vittime accertate, ma ‘decine di persone sotto le macerie’, afferma il capo dell’amministrazione militare. Nella notte bombe russe anche su un’infrastruttura a Kharkiv – nella cui regione sono stati scoperti i corpi di 534 ucraini e 22 camere di tortura – e droni kamikaze su Odessa e Mykolaiv.

Ucraina – Zelensky al vertice di Praga: ‘La Russia è contro l’Europa’

“La Russia non è presente perché è il Paese più anti-europeo. L’Ucraina non ha voluto questa guerra, mai. La Russia vuole ridisegnare i nostri confini”. Sono questi alcuni passaggi del discorso che il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha tenuto in videocollegamento al vertice della Comunità politica europea a Praga. “E’ necessario che un tribunale” giudichi quanto accaduto, “è necessario che l’Ucraina sia risarcita dei danni”, ha aggiunto. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, Usa: “Nessuna indicazione che Mosca stia per usare l’atomica”

Published

on

Ucraina

GUERRA UCRAINA. “Prendiamo molto sul serio qualsiasi minaccia nucleare. Al momento non abbiamo alcuna indicazione che la Russia si stia preparando nell’immediato a usare quel tipo di armi”. Lo ha detto la portavoce della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, in un briefing con la stampa.

Ucraina – Mosca: “Armi Usa a Kiev avvicinano il conflitto tra Russia e Nato”

Il sostegno militare degli Stati Uniti all’Ucraina “spinge la situazione più vicina al pericoloso punto di un confronto militare diretto tra Russia e Nato”. Lo ha dichiarato il vicedirettore del Dipartimento per la non proliferazione e il controllo delle armi del ministero degli Esteri di Mosca, Konstantin Vorontsov, durante un incontro all’Onu. Lo riferisce la Tass.

Media Ucraina: Kiev ha fatto richiesta adesione alla Nato

Il segretario generale dell’Nato Jens Stoltenberg ha ricevuto la richiesta di adesione dell’Ucraina all’Alleanza. Lo riporta in un tweet il Kyiv Independent. Gli ambasciatori degli Stati membri della Nato, scrive il quotidiano ucraino citando Ihor Zhovkva, vice capo gabinetto del presidente Volodymyr Zelensky, “discuteranno la richiesta a Bruxelles”.

Biden a Zelensky: sanzioni a chi sosterrà annessione Russia

Joe Biden si è impegnato con Volodymr Zelensky a continuare a sostenere l’Ucraina contro l’aggressione della Russia “per tutto il tempo necessario”, e a imporre sanzioni contri qualsiasi Paese che sostenga l’annessione di territorio ucraino. Lo riferisce la Casa Bianca in una nota sulla telefonata tra il presidente americano e il leader ucraino. Biden ha annunciato a Zelensky l’invio di nuove armi per 625 milioni di dollari. Il presidente ha anche affermato la volontà degli Stati Uniti di continuare ad “imporre alti costi a qualsiasi individuo, entità o paese che fornisca supporto alla presunta annessione della Russia”.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

Trending

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)