Connect with us

sport

Pallavolo, l’Italia è sul tetto del mondo: battuta la Polonia 3-1. Gli azzurri sfatano il tabù’ a 24 anni dall’ultimo successo

Pubblicato

il

Italia

PALLAVOLO. Ventiquattro anni dopo, l’Italia torna sul tetto del mondo. Il lunghissimo digiuno ai Mondiali viene spezzato dalla generazione d’oro azzurra: Daniele Lavia, Alessandro Michieletto e Yuri Romanò sono i trascinatori della squadra diFefé De Giorgi, che sconfigge 3-1 la Polonia in rimonta. Dopo aver perso il primo set (25-22), i campioni d’Europa reagiscono e vincono i tre parziali seguenti (25-21, 25-18, 25-20), conquistando un successo meritato.

Serviva un uomo della generazione d’oro dei tre titoli mondiali consecutivi (1990, 1994, 1998), per sfatare il tabù dell’Italia nella rassegna iridata: Fefè De Giorgi e i suoi favolosi giovani sono i nuovi campioni del mondo, sconfitta 3-1 la Polonia (22-25, 25-21, 25-18, 25-20).

Nella caldissima Katowice

Con un autentico tifo da stadio per i padroni di casa e giustizieri del Brasile (bronzo) in semifinale, gli azzurri partono bene. Il primo set è combattuto punto a punto, ed è l’Italia ad effettuare lo strappo decisivo, prima con Romanò e poi con Michieletto: si arriva al 21-17, ma la Nazionale subisce un blackout che causa il rientro degli avversari. L’ace di Bienek sancisce il 21-21, l’inerzia del set è girata completamente e la Polonia vince 25-22: punto decisivo di Sliwka.

Avvio-sprint per i polacchi nel secondo parziale, un 3-0 che rischia di mettere ko l’Italia: De Giorgi suona la carica dalla panchina, Lavia risponde positivamente dal campo e pareggia sul 7-7.

Si lotta anche qui, azione dopo azione, con continui ribaltamenti di fronte e pareggi: la Polonia torna sul +3, l’Italia la riprende con Giannelli (ace) e scatta fino al 25-21 finale. 1-1 e tutto da rifare per la Polonia, che dopo un ottimo avvio cala anche nel terzo set: Michieletto si risveglia e suona la carica, Anzani porta l’Italia sul 19-15 e sul +4. Inutile e timida la reazione avversaria: l’Italia si ritrova con sette set point e, dopo aver sprecato il primo al servizio, vince col punteggio di 25-18.

L’ultimo set è una sinfonia azzurra

Balaso difende magistralmente, Michieletto e Romanò stendono la Polonia con l’ausilio di Lavia, top-scorer con 19 punti. L’Italia reagisce ad ogni tentativo di rientro dei padroni di casa e conquista la vittoria al secondo dei cinque match-point: 25-20 e quarto titolo mondiale per l’Italia. Un autentico passaggio di consegne, dai bicampioni mondiali della Polonia ai campioni d’Europa: gli azzurri tornano sul tetto del mondo dopo ventiquattro anni!
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)