Connect with us

Spettacolo

Cinema in lutto, è morto Jean-Luc Godard, addio al regista simbolo della Nouvelle Vague

Published

on

Jean-Luc Godard

CINEMA. Il regista francese Jean-Luc Godard è morto a 91 anni. Lo ha riportato “Liberation”. “Un regista totale con mille vite e un’opera tanto prolifica” scrive il quotidiano. Figura chiave della Nouvelle Vague, nella sua carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti: una Palma d’oro speciale a Cannes, un Leone d’oro alla carriera e un Leone d’argento alla Mostra di Venezia, il César e il Pardo onorario e l’Oscar alla carriera nel 2010.

È morto il regista Jean-Luc Godard, padre della Nouvelle Vague: aveva 91 anni. A dare la notizia è il giornale francese Liberation. Nato a Parigi il 3 dicembre del 1930, il cineasta francese ha rivoluzionato la storia del cinema con capolavori come “Fino all’ultimo respiro” e “Il Disprezzo”.

IL PADRE DELLA NOUVELLE VAGUE

Godard era nato nella capitale francese, in una famiglia benestante. Durante la seconda Guerra Mondiale fu mandato a studiare in Svizzera, e fece ritorno a Parigi nel 1948. All’università, la Sorbona, iniziò ad appassionarsi al cinema e cominciò a lanciarsi in alcuni esperimenti cinematografici.

L’anno di svolta fu il 1959 quando arrivò il suo primo film

“Fino all’ultimo respiro”, per il quale ottenne l’Orso d’Argento al Festival di Berlino. Proprio questa pellicola diventò l’emblema della Nouvelle Vague, cioè il periodo della storia del cinema rappresentato da quegli autori che si formarono alla scuola critica dei “Cahiers du cinéma” degli anni Cinquanta, ovvero: Claude Chabrol, lo stesso Jean-Luc Godard, Eric Rohmer, Jacques Rivette e François Truffaut.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Spettacolo

E’ morta Irene Papas, l’attrice di “Zorba il greco” e “I cannoni di Navarone”

Published

on

Irene Papas

È morta a 96 anni l’attrice greca Irene Papas. In Italia era conosciuta per la sua interpretazione del ruolo di Penelope nell’Odissea mandato in onda dalla Rai nel 1968. Lo sceneggiato prodotto da diversi paesi e con Bekim Fehmiu nel ruolo di Ulisse.

Irene Papas al cinema

Magistrale la sua interpretazione di Maria Pappadimos, la combattente della resistenza nel film bellico “I cannoni di Navarone” del 1961; della vedova in “Zorba il greco” del 1964 al fianco di Anthony Quinn; della moglie del martire politico greco in “Z – L’orgia del potere” del 1968, al fianco di Yves Montand; e di Caterina d’Aragona in “Anna dei mille giorni” del 1969.

La vita dell’attrice

Nata in una famiglia di insegnanti, da cui imparò l’amore per i classici greci, l’attrice nel 1947 sposò il regista e attore Alkis Papas (1922-2018), dal quale divorziò nel 1951, ma ne ha mantenuto sempre il cognome per la sua carriera. L’annuncio della scomparsa della leggendaria attrice greca è stato dato dal ministero della Cultura ellenico, ricordando che Irene Papas nel corso di una carriera di oltre mezzo secolo ha preso parte a più di 70 film.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading

Spettacolo

È morta Charlbi Dean, attrice protagonista del film che aveva vinto la Palma d’oro a Cannes: aveva 32 anni

Published

on

Charlbi Dean

L’attrice e modella sudafricana Charlbi Dean è morta lunedì per una malattia che le era stata diagnosticata da poco: si trovava a New York e aveva 32 anni. Dean era nota per aver interpretato il ruolo della protagonista nel film Triangle of Sadness, diretto da Ruben Östlund e vincitore della Palma d’oro al festival di Cannes dello scorso maggio.

Chi era Charlbi Dean

Aveva cominciato a lavorare come modella all’età di 6 anni ed era apparsa negli anni in numerose copertine ed editoriali di riviste di modaAveva esordito come attrice nei film sudafricani Spud e Spud 2 e aveva poi recitato, tra gli altri, nell’horror Don’t Sleep e in An Interview with God. Era comparsa in alcune puntate delle serie tv americane Black Lightning (in Italia distribuita da Netflix) ed Elementary (distribuita da Rai e poi Sky).
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading

Spettacolo

E’ morto Joe E.Tata, era il proprietario del Peach Pit Nat in “Beverly Hills 90210”

Published

on

Joe E.Tata

Addio a Joseph Evan Tata alias Joe E. Tata, ovvero il celebre Nat Bussichio di “Beverly Hills 90210”, il proprietario del Peach Pit, locale dove Brandon, Brenda, Dylan e Kelly si ritrovavano frequentemente. L’attore aveva 85 anni e da tempo soffriva di Alzheimer. Aveva lavorato anche in altre serie televisive di successo come “Streghe” e “General Hospital”. Da Jennie Garth a Jason Priestley, sui social tutto il cast della serie cult gli ha reso omaggio per ricordarlo con affetto.

Periodo particolarmente sfortunato per il team di “Beverly Hills 90210”, funestato da tante morti improvvise. Poche settimane fa, stroncata da una meningite è venuta a mancare, a 64 anni, Denise Dowse, che nella serie tv interpretava la vicepreside Yvonne Teasley.

Lo scorso anno se ne era andato anche John Reilly, famoso in Italia per il ruolo del padre della bella e ricca Kelly (Jennie Garth) e il 13 agosto Jessica Klein, pluripremiata sceneggiatrice e produttrice televisiva che aveva lavorato a ben sei stagioni di “Beverly Hills 90210”, morta per un tumore al pancreas all’età di 66 anni.

“Negli ultimi mesi abbiamo perso Jessica Klein, una delle scrittrici e produttrici più prolifiche di 90210, Denise Dowse che interpretava la signora Teasley, e ora sono molto triste di dire che Joe E. Tata è morto…”, scrive Ian Ziering, che nella serie vestiva i panni di Steve Sanders: “Una delle persone più felici con cui abbia mai lavorato, era generoso con la sua saggezza quanto lo era con la sua gentilezza (…)”, ha scritto in un post pubblicando alcune foto dell’attore una sul set e una scattata durante una recente reunion del cast proprio al Peach Pit.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ian Ziering (@ianziering)

Gli fa eco Tori Spelling che condividendo uno scatto di una scena cult di “Beverly Hills 90210” quando Nat accompagna all’altare Donna, che ha perso suo padre, lo ha definito: “Uno degli esseri umani più gentili, divertenti, professionali e straordinari con cui abbia mai avuto il piacere di lavorare (…) Non l’ho mai visto senza un grande sorriso stampato in faccia… Faceva sembrare brevi le lunghe giornate di lavoro (…)Conosceva tutti ed era amico di tutti…”. E poi parlando dello scatto del matrimonio lo ha paragonato ad un padre e ha aggiunto: “Questo narratore naturale e dotato, questo essere umano incredibilmente speciale e caloroso, con gli occhi più gentili mi ha sempre ricordato mio padre. Erano così simili. Il che, col senno di poi, ha senso che entrambi questi uomini speciali mi abbiano accompagnato lungo il corridoio! Mio padre nella vita reale al mio primo matrimonio e Joey {Nat} nei panni di Donna sul 90210…” concludendo il lungo tributo social così: “Sono contenta che finalmente sia in pace. Adesso Joey beve qualcosa con mio padre!”

Anche Jason Priestley, che con Joe E.Tata ha condiviso moltissime scene sul set di “90210”, visto che il suo personaggio, Brandon Walsh, lavorava inizialmente proprio al Peach Pit di Nat, lo ha voluto ricordare sui social con un post: “Oggi abbiamo perso il mio caro amico e un boss della TV Joe E Tata. Nat Busiccio è stata una parte importante di Beverly Hills 90210 e Joey è stata una parte importante della mia vita. Riposa in pace Joe. Non ce ne sarà mai un altro…”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da jason_priestley (@jason_priestley)

“Mi sento come se ci fosse una festa di reunion in corso al Peach Pit in paradiso e trovo conforto sapendo che un giorno ci sarà un posto per me circondato dai miei cari amici” ha scritto invece in un toccante tweet Jennie Garth ricordando la grande disponibilità di Joe E. Tata e il suo essere sempre presente per tutti.


La figlia aveva aperto una raccolta fondi online per sostenere le cure dell’attore. (Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

Trending

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)