Connect with us

cronaca

Orrore a Caserta, medico abusa di pazienti minorenni: almeno 5 vittime

Pubblicato

il

Caserta

CASERTA. Un medico dello sport 69enne è stato arrestato dalla polizia nel Casertano con l’accusa di aver ripetutamente abusato delle sue pazienti minorenni. Gli abusi sessuali aggravati documentati dagli investigatori avvenivano nello studio del professionista dove le ragazze si recavano per le visite finalizzate al rilascio del certificato di sana e robusta costituzione, necessario per iniziare le attività agonistiche. Sono cinque gli episodi ricostruiti, che hanno visto vittime ragazze minorenni tra l’ottobre e il dicembre 2021.

Orrore a Caserta – La polizia

Ha notificato al 69enne un’ordinanza del gip emessa su richiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Oltre alla notifica della misura cautelare, gli agenti hanno anche sequestrato dei supporti informatici che saranno sottoposti ad accertamenti nel corso delle indagini che stanno andando avanti per appurare altri eventuali casi di violenza sessuale aggravata.

Caserta – Indagini partite dai commenti social sul medico

Le indagini sono partite qualche mese fa in seguito a un’attività di monitoraggio dei social da parte degli investigatori della squadra mobile di Caserta, da cui sono emersi commenti relativi al medico, molto noto a Caserta essendo uno dei pochi a rilasciare certificati per attività sportiva, e allusioni a comportamenti offensivi verso le giovani pazienti. Una vittima in particolare ne ha scritto qualcosa, e sono così iniziati gli approfondimenti dei poliziotti guidati dal dirigente Davide Corazzini; è emerso che sul medico, incensurato, circolavano da anni chiacchiere su presunti abusi nei confronti delle pazienti, ma non erano mai emerse prove.

Il 69enne nega ogni addebito

Con i primi elementi raccolti sui social, gli investigatori hanno quindi iniziato a delineare un quadro piuttosto allarmante, in cui hanno appreso che le vittime erano più di una; il quadro si è poi arricchito grazie alle ammissioni fatte dalle singole vittime, tutte convocate in questura. Qualcuna – è emerso dalle testimonianze – pensava che fosse normale l’atteggiamento del medico e solo dopo aver parlato con il fidanzato si era resa conto di essere stata oggetto di attenzioni illecite; qualcun’altra aveva subito capito le intenzioni del medico. Il 69enne, anche durante l’arresto, ha negato ogni addebito.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)