Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, Putin: “Voglio la fine del conflitto il prima possibile”. Zelensky: “Sono torturatori”

Pubblicato

il

Ucraina Putin

GUERRA UCRAINA. Mosca vuole far finire il conflitto “il prima possibile” ma Kiev “rifiuta i negoziati”. Lo dice Putin, che intanto attaca le sanzioni: “In atto trasformazioni globali irreversibili”. Anche Erdogan chiede che le ostilità finiscano “al più presto”. Ma Zelensky chiude: “Russi assasini e torturatori”. L’Onu intende mandare ispettori a Izyum dopo il ritorvamento della fossa comune con oltre 400 corpi. Draghi: “Con Kiev fino alla liberazione”.

A margine del vertice Sco a Samarcanda, Vladimir Putin dice di voler far finire il conflitto “il prima possibile” ma che Kiev “rifiuta i negoziati”. Poi si scaglia contro le sanzioni: “In atto trasformazioni globali irreversibili”. Anche Erdogan spinge per la fine delle ostilità. Dopo il ritrovamento di una fossa comune con circa 440 corpi a Izyum, il leader ucraino Volodymyr Zelensky attacca: “Russi assassini e torturatori”. Intanto, l’Onu vuole inviare team nella città riconquistata a Mosca per indagare. Draghi: “Al fianco di Kiev fino alla liberazione del Paese”. Sul campo, bombardamenti del Cremlino hanno colpito la notte scorsa la regione orientale Dnipropetrovsk. Il dietrofront russo però non sembra fermarsi. Stoltenberg (Nato): “Avanzata Kiev efficace, ma guerra sarà lunga”. E intanto gli Usa annunciano un nuovo invio di armi per 600 milioni di dollari.

Draghi: “Sostegno a Kiev finchè non vince guerra liberazione”

“Bisogna continuare sul fronte delle sanzioni” contro la Russia, “questa è la linea politica che il governo ha seguito. E bisogna continuare con il sostegno all’Ucraina fino a che non vinca la guerra di liberazione perché tale è, da chi ha invaso il suo Paese”. Lo dice il presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Kiev: “Segni di tortura su cadaveri in fossa comune a Izyum”

Segni di tortura sono stati rinvenuti su alcuni dei cadaveri trovati nella fossa comune a Izyum. Lo ha detto a Radio Liberty il commissario della Verkhovna Rada per i diritti umani, Dmitry Lubinets, secondo cui alcuni cadaveri sono stati rinvenuti “con le mani legate” e sono stati uccisi ” a bruciapelo”. Lubinets ha denunciato che nella fossa comune sono state sepolte “intere famiglie, comprese quelle con bambini”.

Putin a Modi: “Consapevole vostre inquietudini su Ucraina”

Incontrando a Samarcanda il primo ministro indiano Narendra Modi, il presidente russo Vladimir Putin ha detto di essere consapevole delle “inquietudini dell’India” sul conflitto in Ucraina. Lo riferisce l’agenzia russa Tass.

Putin: “Impegnati per fine guerra ma Kiev non negozia”

La Russia farà di tutto per porre fine al conflitto in Ucraina “il prima possibile” ma Kiev ha rifiutato di negoziare. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, incontrando, a margine del vertice Sco a Samarcanda, il premier indiano, Narendra Modi. (Skytg24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)