Connect with us

Senza categoria

INPS, CAMBIA TUTTO: PAGAMENTO Assegno Unico di settembre 2022 in ritardo. Ecco cosa sta accadendo, chi lo riceverà e chi no

Pubblicato

il

Inps

INPS. Pagamento assegno unico di settembre 2022 in ritardo per molti utenti che chiedono chiarimenti sulla pagina Facebook INPS per la Famiglia.

Sono molti i beneficiari che non hanno ancora ricevuto gli accrediti relativi alla misura, entrata in vigore a gennaio di quest’anno. Generalmente, le famiglie ricevono l’accredito entro i primi 15 giorni del mese, ma per il momento i soldi non sono ancora arrivati e si temono intoppi.

D’altra parte, non sarebbe la prima volta e, dopo alcune esperienze passate, tra errori INPS e ritardi nei pagamenti, gli utenti cercano risposte concrete e, soprattutto, nuove date a cui far riferimento. 

L’Istituto, al riguardo, ha fornito alcune spiegazioni agli utenti. Non si tratta, infatti, di un errore, né sembrano essere sorti particolari problemi.

Inoltre, i beneficiari hanno la possibilità di controllare il pagamento dell’assegno unico di settembreutilizzando i diversi canali INPS messi a disposizione, per esempio il sito oppure l’app INPS mobile.

Pagamento assegno unico settembre 2022 in ritardo: quando arrivano gli accrediti

L’assegno unico e universale è la misura più importante per le famiglie che hanno figli a carico. A inizio anno, l’assegno ha inglobato a sé la maggior parte dei bonus dedicati alle famiglie italiane, con poche eccezioni, per esempio il bonus asilo nido.

E se per quest’ultimo si sono effettivamente verificati dei problemi, si temono oggi intoppi per i pagamenti di settembre. Ritardi che, in un periodo caratterizzato da rincari e aumento della spesa per ogni famiglia, stanno generando timori da parte dei beneficiari.

La paura nasce dal fatto che, di norma, l’accredito dell’assegno arriva sui conti correnti bancari o postali entro i primi 15 giorni del mese, mentre a settembre, fino a questo momento, del pagamento non vi è ancora traccia. 

In realtà, la situazione non è così grave come si pensa. L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha, infatti, colmato i dubbi degli utenti che hanno richiesto informazioni tramite la pagina social INPS.

Pagamento assegno unico settembre in ritardo, ma nessun problema con gli accrediti: le risposte dell’INPS

A sollevare dubbi e perplessità sono diversi cittadini che hanno lasciato commenti all’ultimo post pubblicato sulla pagina Facebook INPS per la Famiglia.

Nessuno ha ancora ricevuto i soldi e ci sono utenti che segnalano di non aver ricevuto alcun avviso di pagamento dell’assegno unico. Molti, poi, sono i cittadini che chiedono a gran voce il pagamento proprio perché questi soldi potrebbero contribuire ad alleggerire le spese per i figli per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Nonostante l’urgenza e il timore da parte degli utenti, però, sembra che non vi sia alcun problema con l’erogazione del pagamento di settembre. A confermarlo è lo stesso Istituto che, alla richiesta di chiarimenti, risponde:

non c’è una data fissa per l’erogazione dell’assegno unico che può avvenire anche a fine mese.

Una risposta che, da una parte, rassicura (non si sono registrati effettivi ritardi), ma dall’altra scaturisce rabbia.

Pagamento assegno unico settembre in ritardo: nuove date per le famiglie beneficiarie

Insomma, nonostante l’accredito non sia ancora arrivato per la maggior parte delle famiglie, se non per tutte le famiglie beneficiarie, la risposta dell’Istituto è che, semplicemente, per l’assegno unico non è previsto un calendario prestabilito per i pagamenti. 

In effetti, è proprio così. A differenza di altre prestazioni, bonus o agevolazioni gestite dall’Istituto, le date del pagamento dell’assegno unico possono variare. 

Il motivo alla base dei timori degli utenti deriva dal fatto che, fino ad ora, molte sono le famiglie che hanno ricevuto l’accredito a metà mese. Soprattutto, il cambiamento è avvenuto proprio a settembre, il mese che vede la ripresa delle attività scolastiche e, di conseguenza, le spese per libri di testo e altro materiale didattico (prodotti che, tra l’altro, hanno visto un aumento quest’anno).

Nella risposta dell’INPS, comunque, non vengono indicate nuove date di pagamento, ma solo un periodo orientativo. Alle famiglie non resta, dunque, che attendere. Il pagamento dell’assegno unico di settembre dovrebbe arrivare entro fine mese. (TrendOnline)

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)