Connect with us

Senza categoria

ANTICIPO Reddito di cittadinanza a causa delle elezioni, TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE: LE ULTIMISSIME DALL’INPS. Ecco quando arrivano i soldi

Pubblicato

il

reddito di cittadinanza

REDDITO DI CITTADINANZA. Il pagamento del reddito di cittadinanza verrà anticipato per le elezioni? Scopriamolo insieme.

Reddito di cittadinanza in anticipo? Ecco cosa c’è da sapere

La prima ricarica del reddito di cittadinanza è arrivata puntualissima lo scorso giovedì 15 settembre 2022.

Questo primo accredito era rivolto unicamente ai seguenti percettori:

  • primi beneficiari in assoluto della prestazione, che hanno inoltrato la domanda per ottenere il reddito di cittadinanza nel mese di luglio o di agosto. L’INPS una volta effettuati tutti i controlli dei requisiti del cittadino o del nucleo interessato alla misura, ha provveduto a elargire la prima rata di Rdc a metà mese. Ricordiamo che i tempi per i controlli e per tutte le verifiche dei requisiti variano a seconda della quantità di domande che viene inoltrata allo stesso istituto;
  • cittadini o famiglie che hanno chiesto il rinnovo della misura dopo averla percepita per 18 mesi consecutivi. Come ben sappiamo il reddito di cittadinanza può essere percepito per 18 mesi. Al termine dei quali, previa domanda e dopo aver atteso un mese di stop, potrà essere corrisposto nuovamente per altri 18 mesi. La prima rata a seguito della domanda di rinnovo viene corrisposta il 15 del mese;
  • percettori di reddito di cittadinanza che attendevano arretrati. Molte volte, infatti, INPS sospende i pagamenti a causa di qualche problema burocratico insorto, come ad esempio una variazione ISEE non comunicata o la mancata consegna di determinati documenti necessari per la percezione della misura.

Reddito di cittadinanza ordinario arriva in anticipo? La risposta

Come dicevamo poco fa, in questi ultimi giorni sta circolando sul web la notizia di un’erogazione anticipata del reddito di cittadinanza in vista delle elezioni. Sarà vero? La risposta è no. Non ci sarà nessun accredito anticipato in vista delle prossime elezioni del 25 settembre, ma l’erogazione arriverà, come di consueto, nella data del 27.

Insomma, la ricarica ordinaria della prestazione di contrasto alla povertà istituita nel 2019 verrà corrisposta il prossimo martedì 27 settembre e i pagamenti continueranno fino a venerdì 30. L’istituto INPS, infatti, non avrebbe alcun motivo per procedere con le erogazioni anticipate, anche perché, come abbiamo visto, il 27 cadrà in un giorno feriale e non festivo.

Ricordiamo, infine, che il 27 settembre arriverà anche la ricarica della pensione di cittadinanza: quella prestazione rivolta solamente a nuclei over 67 o a famiglie in cui sono presenti persone non autosufficienti.

A differenza del reddito di cittadinanza, la pensione di cittadinanza non necessita di un rinnovo, ma si rinnova in automatico al termine dei 18 mesi di fruizione, pertanto, i beneficiari di pensioni di cittadinanza non dovranno inoltrare alcuna domanda all’INPS al termine di ogni periodo.

Le ultime novità a riguardo

Osserviamo insieme le ultime novità riguardanti il reddito di cittadinanza, partendo dall’erogazione del bonus 200 euro.

Il bonus 200 euro è stato introdotto lo scorso 17 maggio 2022, mediante il DL n. 50/2022, per le categorie di pensionati, lavoratori domestici, lavoratori dipendenti, autonomi, ex indennità covid, disoccupati e percettori di reddito di cittadinanza.

I pagamenti dell’indennità una tantum contro il carovita sono partiti lo scorso mese di luglio, più precisamente il 29, e le ricariche sono continuate anche alla fine del mese di agosto. Ci sono dei cittadini che non l’hanno ancora ricevuto. Quando arriverà il bonus 200 euro per questi percettori di reddito di cittadinanza?

I pagamenti dell’indennità da 200 euro verranno effettuati subito dopo l’erogazione della ricarica ordinaria del Rdc, probabilmente già dal 28 settembre 2022 e continueranno fino a venerdì 30 settembre 2022.

Dall’altro canto, non riceveranno il reddito di cittadinanza tutti quei cittadini che ne hanno già beneficiato nelle mensilità precedenti e chi ha all’interno del proprio nucleo familiare un soggetto che ha già percepito il bonus ad altro titolo, come per esempio un pensionato. (TheWam)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)