Connect with us

Senza categoria

Bimbo di 6 anni beve varichina al posto dell’acqua e muore: il piccolo Angelo volato via troppo presto. La mamma si lancia dal quarto piano per la disperazione. Aperta un’inchiesta

Pubblicato

il

Angelo beve varichina e muore a 6 anni

FRANCAVILLA FONTANA. Morto in ospedale dopo aver ingerito per errore candeggina, scambiata per acqua. Un fascicolo di inchiesta è stato aperto dalla Procura di Bari sul decesso del bambino di sei anni, originario del Brindisino, morto sabato scorso all’ospedale Giovanni XXIII, dove era ricoverato da luglio.

I familiari del bimbo, dopo la morte, hanno presentato un esposto in Questure ipotizzando l’omicidio colposo. Ora toccherà alla Procura decidere se disporre l’esame autoptico. Il piccolo si trovava in casa con la madre il giorno in cui si verificò l’incidente domestico: la donna, dopo aver scoperto il fatto, si lanciò dal balcone dell’abitazione riportando gravi ferite.

Addio piccolo Angelo – I fatti

Il piccolo era in casa insieme alla mamma a Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi. La mattina del 18 luglio il piccolo prende una bottiglia contenente una miscela di detersivi, probabilmente scambiandola per acqua, e ne ingerisce diversi millilitri. Si accascia a terra in preda a sintomi da avvelenamento. La madre, dopo aver scoperto quanto successo, in preda al panico tenta di togliersi la vita lanciandosi dal terzo piano del suo appartamento in via Capitano di Castri.

Dopo lo schianto, scattano i soccorsi: madre e figlio vengono trasportati in ospedale a Brindisi. Angelo viene poi trasferito a Bari, all’ospedale pediatrico, mentre la donna finisce in una clinica. Milano dove viene sottoposta a diversi interventi chirurgici per le lesioni riportate quella mattina. Trascorrono due mesi e la vicenda sfocia in un drammatico epilogo: Angelo, nonostante alcuni segnali di miglioramento, muore. A comunicarlo sui social è la scuola calcio frequentata dal piccolo, la ASD Olimpia di Francavilla.

Il cordoglio per il piccolo Angelo

“Era in ospedale da molti giorni, dopo un tragico incidente domestico – si legge nel post apparso sulla pagina Facebook della scuola calcio – Erano giunte prima notizie confortanti su una sua ripresa. E invece in poco tempo la situazione è precipitata fino all’epilogo di questa notte. Partecipiamo al dolore immenso che ha colpito la famiglia del piccolo. Tristezza infinita per tutta la nostra scuola calcio, in particolare per quelli che hanno avuto il privilegio di conoscere il piccolo Angelo. 
Ora Angelo… È un angelo di nome e di fatto… Farà lassù tanti gol e ci guarderà facendo il tifo per i suoi compagni di squadra… Noi pregheremo tanto per lui e per la sua famiglia“. La stessa scuola calcio ha sospeso le attività sportive nella giornata dei 17 settembre e il comune di Francavilla, nella persona del sindaco, Antonello Denuzzo, ha proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali. Sulla vicenda indagano i carabinieri. (TeleclubItalia)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it
Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)