Connect with us

attualità

Bufera su Nunzia De Girolamo: “Utero in affitto? A Scampia le donne lo spaccerebbero invece della droga”

Pubblicato

il

de girolamo

Scampia e utero in affitto. Bufera sull’ex parlamentare beneventana Nunzia De Girolamo per una frase pronunciata durante la trasmissione “Piazza Pulita” in onda su La7 il 15 settembre. La clip con l’intervento è rimbalzata sui profili social.

Polemica a Piazza Pulita

“Sono assolutamente contraria alla gestazione per altri – ha detto De Girolamo – ma sono contraria per etero e omosessuali perché vengo da una regione dove già mi immagino Scampia, dove le donne smettono di spacciare hashish e cominciano a spacciare l’utero, quindi sono terrorizzata dalle storture di questo paese e mi attengo alla Costituzione”. Immediate le reazioni sui social dopo la messa in onda.

Bufera su De Girolamo, le parole di Trapanese

“Alle sue parole ho sentito il dolore di Scampia bruciarmi nelle vene – ha tuonato l’assessore al Welfare del Comune di Napoli, Luca Trapanese – Scampia è uno dei quartieri di Napoli che ha pagato il prezzo più caro a causa dell’abbandono delle periferie da parte delle Istituzioni. Nunzia De Girolamo, che delle Istituzioni ha fatto parte nel corso della sua esperienza politica da ministra, questo dovrebbe saperlo e molto bene. De Girolamo si permette di sostenere in televisione, con una naturalezza da brividi, che le donne a Scampia trascorrono le giornate a spacciare droga, e passerebbero volentieri a “spacciare l’utero”.

Parole gravissime dette innanzitutto da una donna, che poi evidentemente ha una conoscenza molto limitata di Scampia e non abbastanza sensibilità da capire che quelle donne sono dei veri e propri giganti. Donne coraggiose, che vivono una vita ben diversa da quella delle parlamentari e delle opinioniste televisive. Chiedo a Nunzia De Girolamo di scusarsi pubblicamente con le donne di Scampia, che non meritano di certo le sue parole di disprezzo, semmai sostegno e incoraggiamento a non mollare e resistere. Aggiungo che sono disposto ad accompagnarla nelle realtà sociali della zona”

Trapanese ricorda il lavoro svolto da associazioni e cittadini nel quartiere a Nord di Napoli. “A Scampia, dove non arrivano le istituzioni, per mancanza di volontà, coraggio o semplice inadeguatezza, arrivano le persone. Quelle che amano il proprio quartiere nonostante tutto, che lavorano quotidianamente per rendere le strade sicure, che nutrono la speranza. Negli ultimi anni è cambiato molto – prosegue. Le donne sono il cuore, l’anima e il coraggio di questo cambiamento, alla continua ricerca di alternative per i propri figli. Per tenerli lontani da strade sbagliate, offrire loro una possibilità di futuro”.

L’intervento dell’ex parlamentare era partito dalle adozioni: “Posso parlare avendo fatto scelte che hanno mostrato la mia apertura. Credo che non ci sia spazio in questa destra per adozioni omosessuali e commettono un errore. Molto meglio che un bambino cresca in una famiglia piuttosto che in un orfanotrofio, qualunque sia la famiglia. Sarebe giusto dare a un omosessuale o a un single la possibilità di adottare un bambino. E’ assurdo in questo paese che un bambino con una malattia o un bambino speciale possa essere adottato come è accaduto a Luca Trapanese e in altri casi no.”
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)