Connect with us

Usa

Usa, il procuratore di New York fa causa a Donald Trump per frode

Pubblicato

il

Usa Donald Trump

USA. Il procuratore generale di New York, Letitia James, ha citato in giudizio l’ex presidente Donald Trump, la Trump Organization e tre dei suoi figli per presunta frode, poiché avrebbe reso false dichiarazioni finanziarie collegate alla società che porta il nome di famiglia. La James ha chiesto 250 milioni di dollari di danni. Secondo l’accusa, la Trump organization avrebbe gonfiato i valori di alcuni immobili per ricevere benefici fiscali e maggiori entrate dalle vendite.

Usa, scarcerato dopo 23 anni grazie a un podcast: era condannato all’ergastolo. Si è sempre dichiarato innocente come Chico Forti

USA. Nel 2000 era stato condannato all’ergastolo per aver ucciso la sua ex fidanzata, ma si era sempre proclamato innocente. Adnan Syed, 41 anni, dopo 23 anni è di nuovo libero. E, con ogni probabilità, non è stato lui a togliere la vita alla sua compagna strangolata e seppellita in un parco di Baltimora, nel Maryland, nel 1999.

La decisione, arrivata da una giudice di Baltimora, come riporta Tgcom24, è considerata una “svolta storica”. Il caso, infatti, aveva appassionato gli Stati Uniti grazie al podcast pluripremiato “Serial” che ne aveva recuperato la storia e riacceso i riflettori. Una storia raccontata attraverso una ricostruzione capillare di un vero e proprio labirinto investigativo e giudiziario.

Usa – Il caso di Adnan Syed

Milioni di americani appassionati al processo per l’assassinio della liceale Hae Min Lee proprio perché raccontato in 12 episodi nel 2014. Grazie alla giornalista Sarah Koenig che portò in luce le inconsistenze del procedimento che si era concluso con la condanna di Syed all’ergastolo. “Non me lo aspettavo certamente”, ha detto la Koening, dopo che la giudice Melissa Phinn ha rimesso Adnan in libertà.

Hae Min Lee, una diciottenne di origine coreana, era stata strangolata e seppellita in un parcheggio: l’ex boyfriend Syed, che ha sempre dichiarato la sua innocenza, aveva 17 anni all’epoca dell’arresto e 18 quando nel 1999 fu spedito all’ergastolo. Dopo 23 anni in carcere, rispondendo a una mozione della parte civile, la Phinn, ha revocato la pena e ha motivato la scelta dicendo che era “nell’interesse della giustizia”. Adnan al momento si trova agli arresti domiciliari e non si sa ancora se la procura chiederà un nuovo processo o lascerà cadere le accuse.

Usa – Le novità

Intanto è venuto fuori che già allora gli investigatori avevano già individuato altri due possibili sospettati – una rivelazione clamorosa – ma i difensori di Adnan – e di conseguenza i giurati al processo – non ne erano stati informati. (Tgcom24)

Adnan Syed come Chico Forti

Una svolta storica per gli Usa che potrebbe creare un’antecedente e quindi secondo la giustizia americana una legge che permetta anche al nostro connazionale Chico Forti di poter essere finalmente liberato.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Clicca per Commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Advertisement

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)