Connect with us

cronaca

Belluno, Nicolò muore a 2 anni per overdose: aveva ingerito qualcosa al parco. Il papà indagato per omicidio colposo

Published

on

BELLUNO

BELLUNO. Il piccolo Nicolò, 2 anni, è morto per un overdose di hashish. Lo scorso 28 luglio il padre del bimbo, Diego Feltrin portò d’urgenza suo figlio all’ospedale di Pieve di Cadore, perché aveva accusato un malore dopo aver raccolto qualcosa di scuro da terra, mentre stava giocando in un parco.

Belluno, la morte del piccolo Nicolò

Nicolò avrebbe ingerito hashish, che ne avrebbe provocato la morte. A due mesi di distanza da quella tragedia che ha sconvolto la piccola comunità di Codissago di Longarone, nel bellunese, il padre del bimbo è indagato per omicidio colposo, scrive il Corriere della Sera.

Sospetti sul papà

In seguito all’autopsia, gli inquirenti hanno chiesto all’uomo di sottoporsi al test del capello perché si presume che la droga ingerita dal piccolo, potrebbe essere stata usata dal padre. Feltrin però, si è recato in laboratorio completamente glabro, rendendo impossibile la raccolta di materiale corporeo per eseguire le analisi. Nel frattempo nella casa di origine, dove viveva la giovane famiglia, non c’è più nessuno. Vivono a casa di amici, perché «è troppo doloroso rimanere in quella casa dove hanno cresciuto il loro bambino che non c’è più» ha detto l’avvocato di Feltrin al Corriere, «se qualcuno vuole parlare con loro io sono qui a disposizione, chiunque può mettersi in contatto con me».

Malore del piccolo

Feltrin la sera del 28 luglio si presentò con il bimbo in braccio in ospedale dopo una corsa disperata in auto, dopo che il bimbo addormentatosi per il pisolino pomeridiano non si svegliava più. In ospedale Nicolò aveva il battito cardiaco estremamente rallentato, finché è andato in arresto cardiaco. Ai carabinieri, l’uomo raccontò che Nicolò aveva ingerito «una strana sostanza al parco pubblico sotto casa», ma che era riuscito a toglierlo subito dalla sua bocca. Allora i militari hanno deciso di perquisire la casa dove viveva il bimbo e hanno trovato un panetto di hashish, che si trovava in una tazza sul comodino del bambino. Sospetti che poi hanno trovato una seconda conferma nell’autopsia.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)