Connect with us

ambiente

Clima, intesa in Ue: in Italia taglio del 43,7% delle emissioni di gas serra entro il 2030

Published

on

Clima Ue

CLIMA. Il clima resta uno dei dossier principali in sede Ue. Entro il 2030 l’Italia dovrà tagliare del 43,7%, rispetto al 2005, le emissioni di gas serra derivanti dalle attività di agricoltura, trasporti, edifici e piccola industria.

È l’impegno previsto dal regolamento sui contributi nazionali alle emissioni inquinanti, contenuto nell’accordo raggiunto nella notte. Il target nazionale attuale è del 33%.

Il contributo più basso è della Bulgaria (10%), il più alto della Svezia (50%). Secondo l’intesa, che dovrà ora essere approvata da Europarlamento e Consiglio europeo, la combinazione degli sforzi di riduzione a livello nazionale dovrà consentire un taglio delle emissioni che a livello comunitario sarà del 40%. Una revisione del piano è prevista nel 2025.

Advertisement

Dal Clima ai migranti, Meloni: Migranti, sbarco da Humanity 1. Meloni: italiani chiedono di difendere confini

MIGRANTI. Terminato lo sbarco dei 35 migranti dalla Humanity 1: gli ispettori dell’Usmaf avevano riscontrato l’alto rischio psicologico. Completato a Catania lo sbarco dalla nave Geo Barents, scesi in Calabria gli 89 a bordo della Rise Above. Una fonte di governo francese ha detto che il Paese aprirà il porto di Marsiglia alla Ocean Viking e bolla come “comportamento inaccettabile” quello dell’Italia riguardo alla vicenda che ha coinvolto la nave.  Piantedosi: “Non accettiamo lezioni”.

Dopo la Rise Above in Calabria, sono stati fatti sbarcare a Catania anche tutti i migranti presenti sulla nave Geo Barents e sulla Humanity 1: per quelli che erano rimasti a bordo gli ispettori dell’Usmaf avevano riscontrato l’alto rischio psicologico.

E il presidente del Consiglio Giorgia Meloni interviene su Facebook:

“I cittadini ci hanno chiesto di difendere i confini italiani e questo Governo non tradirà la parola data”. Intanto la Francia “si prepara ad aprire il porto di Marsiglia alla nave Ocean Viking, o nella notte fra mercoledì e giovedì o nella giornata di giovedì”. Lo ha riferito all’Ansa una fonte del ministero dell’Interno francese. L’imbarcazione, con 234 persone a bordo, nei giorni scorsi aveva chiesto un porto sicuro anche a Spagna, Grecia e Francia.

Advertisement
Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)