Connect with us

economia

Ue, nuovo Patto di Stabilità: piani nazionali di rientro del debito in 4 anni

Published

on

Von der leyen

PATTO DI STABILITA’ UE. Cambiamenti in arrivo per il Patto di Stabilità Ue: si propone di passare a un quadro di sorveglianza dell’Ue basato sul rischio trasparente che distingua i Paesi tenendo conto delle sfide del debito pubblico.

I piani strutturali di bilancio nazionali a medio termine sono la pietra angolare del quadro proposto dalla Commissione. Si ipotizza, tra le novità in arrivo, un percorso di aggiustamento di bilancio di riferimento, che copre un periodo di quattro anni.

Ue – Ursula von der Leyen: “Più responsabilità ai Paesi”

 “Sostenibilità del debito e crescita vanno di pari passo. Il nostro nuovo Patto di stabilità e crescita si concentrerà su ciò che conta. Abbiamo bisogno di
un quadro comune semplice e trasparente e di una più forte titolarità degli Stati membri”, scrive su Twitter la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. “Questo Patto di stabilità e crescita intelligente produrrà risultati, grazie a maggiori responsabilità e meccanismi di applicazione più forti”, evidenzia. 

Advertisement

Gentiloni: “Semplifichiamo le regole”

 La revisione del Patto di Stabilità proposta “dovrebbe  semplificare le regole di bilancio e concentrarsi sui rischi fiscali”. Lo sottolinea il commissario Ue all’Economia Paolo Gentiloni. “In definitiva, ciò che conta per la sostenibilità del debito è che gli Stati membri riducano debito pubblico in modo realistico, graduale e sostenuto. Questo è il motivo per cui la Commissione ritiene che dovremmo allontanarci dai requisiti irrealistici imposti dalla regola del ventesimo”. 

Bilancio, per i Paese maggiore margine di manovra

 I piani strutturali di bilancio nazionali a medio termine sono la pietra angolare del quadro proposto dalla Commissione. Integrerebbero gli obiettivi di bilancio, di riforma e di investimento, compresi quelli volti ad affrontare gli squilibri macroeconomici ove necessario, in un unico piano olistico a medio termine, creando cosi’ un processo coerente e snello. Gli Stati membri avrebbero un maggiore margine di manovra per definire il loro percorso di aggiustamento di bilancio, rafforzando la titolarità nazionale delle loro traiettorie di bilancio.(Tgcom24)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Advertisement
Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)