Connect with us

attualità

Covid, in Italia in una settimana 181.181 casi e 549 morti

Published

on

Covid

COVID. Sono 181.181 i nuovi casi Covid registrati in Italia nella settimana dal 3 al 10 novembre, mentre dal 28 ottobre al 3 novembre erano stati 166.824.

In sette giorni i decessi sono stati 549, in aumento rispetto ai 496 della settimana precedente. Il totale dei morti sale così a 179.985. Una settimana fa il totale dei casi Covid dall’inizio della pandemia era di 23.642.011 contro i 23.823.192 del 10 novembre. E’ quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute.

COVID: BASSETTI A PREGLIASCO, ‘BASTA TERRORIZZARE, NON E’ COME NEL 2020-21

Advertisement

“Questo non è il momento di terrorizzare la gente. Dire che chi ha fatto tre dosi di vaccino è a rischio di fare la malattia vista nel 2020 e 2021 è sbagliato e io non mi sento di affermarlo. Dire che il ponte dell’Immacolata, le feste, il Natale, porteranno ad un rialzo dei contagi e metteranno la popolazione a rischio di avere forme gravi è un messaggio che io non darei. Facciamo meno allarmismo che non aiuta, anzi fa più danni del virus”.

Lo sottolinea all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, replicando al collega Fabrizio Pregliasco che, ospite di ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1, ha detto che COVID non è finito e che è atteso un rialzo per Natale insieme a un’influenza massiccia.

Covid – Secondo l’infettivologo genovese

“Chi ha fatto le tre dosi e anche la malattia ha una protezione importante, che potrebbe essere elusa dalle nuove varianti, ma queste non danno forme di patologia più grave. Avremo, e dovremmo abituarci, continue risalite della curva dei contagi.

Advertisement

Il COVID così come l’abbiamo visto nel 2020-2021 – precisa – è morto”. “Io oggi dico che abbiamo quasi il 100% della popolazione protetta per le forme COVID gravi. Si deve andare verso la normalizzazione e convivenza con questo virus – conclude Bassetti – che compete con altri virus che causano infezioni respiratorie. Questa è la grande novità Sars-CoV-2: mentre nel 2020-2021 aveva il monopolio, oggi ci sono altri virus che competono con lui”.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)