Connect with us

politica

Manovra, Meloni ai sindacati: liberiamo risorse per redditi bassi

Published

on

Manovra Meloni

MANOVRA. Meloni a sindacati: “Risorse a disposizione delle famiglie con redditi medio-bassi”. Il Cdm ha approvato le misure contro i rincari energetici per 9 miliardi. Prorogati crediti d’imposta e taglio alle accise, bollette a rate per le imprese. Il tetto al contante sale a 5mila euro. Definite le composizioni delle commissioni in Senato: Berlusconi è assegnato alla commissione Politiche dell’Unione europea

Manovra – Le dichiarazioni di Giorgia Meloni

“Abbiamo liberato 30 miliardi e confido che si possano recuperare altre risorse, con scelte politiche come quella sul superbonus del 110%, liberando le risorse e mettendole a disposizione delle famiglie con redditi medio-bassi”.

Lo ha detto, a quanto si apprende, la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, al tavolo delle parti sociali con i sindacati. Il Consiglio dei ministri ha approvato le misure contro i rincari energetici per 9 miliardi di euro. Meloni: “Sono destinati a famiglie e imprese per fronteggiare l’aumento del costo delle bollette”.

Advertisement

Manovra – Il decreto Aiuti quater

prevede la proroga fino a fine anno dei crediti di imposta e del taglio alle accise, l’aumento a 5mila euro del tetto al contante, la norma per l’incremento della produzione di gas naturale, la rateizzazione delle bollette per le imprese, sostegni agli autotrasportatori italiani, il via libera alla norma sblocca-lavori, la revisione del Superbonus al 90% dal gennaio 2023 e le norme sblocca-trivelle. 

Rinnovato il contratto scuola: subito un incremento medio di 100 euro lordi entro Natale a cui si aggiungeranno gli arretrati per una media di 2mila euro ma anche di più per alcuni, che andranno ad aggiungersi allo stipendio e alla tredicesima, oltre a risorse per un successivo accordo. “Oggi è una giornata storica”, commenta il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara.

Commissione Ue: lavoriamo a piano d’emergenza sui migranti

La Commissione Ue chiede una riunione straordinaria dei ministri degli Interni per discutere di migranti nel pieno dello scontro fra Italia e Francia. Lo dice il vice presidente Margaritis Schinas in un’intervista a Politico.eu nella quale spiega che “a Bruxelles si sta elaborando un piano di emergenza per risolvere le crescenti tensioni tra i Paesi dell’Ue su come affrontare i richiedenti asilo salvati in mare”. La riunione straordinaria dei ministri dell’Interno dovrebbe essere convocata dalla Repubblica ceca, che attualmente detiene la presidenza di turno del Consiglio, ricorda Politico.

Advertisement

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)