Connect with us

mondo

Migranti, scontro Italia-Francia: Ue pronta a mediare, si lavora a un vertice straordinario

Published

on

Migranti

MIGRANTI. Non si placano le scintille tra Roma e Parigi, dopo il caso della nave Ocean Viking sbarcata a Tolone e il rifiuto italiano di concedere un porto. Per risolvere la crisi tra i due Paesi si muove l’Ue.

La Commissione, per bocca del vice presidente Margaritis Schinas, ha annunciato che sta lavorando a “un piano d’emergenza” e ha chiesto una riunione straordinaria dei ministri degli Interni, prima del Consiglio di dicembre

Non si placa lo scontro tra Italia e Francia sulla questione migranti, dopo l’attracco della nave Ocean Viking della Ong Sos Méditerranée (con 230 persone a bordo) nel porto di Tolone.

Advertisement

Per risolvere la crisi tra i due Paesi si muove l’Ue, che cerca una mediazione. La Commissione, per bocca del vice presidente Margaritis Schinas, ha annunciato che sta lavorando a “un piano d’emergenza” e ha chiesto una riunione straordinaria dei ministri degli Interni, prima del Consiglio di dicembre

Migranti – Lo scontro Italia-Francia

La mossa di Bruxelles è arrivata venerdì sera, dopo due giorni di scintille tra Roma e Parigi e lo strappo di quest’ultima che ha portato alla sospensione dell’intesa sui ricollocamenti. A innescare la miccia è stato il caso delle Ocean Viking: l’Italia ha rifiutato un porto sicuro e la Francia ha permesso lo sbarco a Tolone.

Ma ha anche attaccato il nostro Paese. Venerdì il ministro dell’Interno Gerald Darmanin, in particolare, ha definito “incomprensibile e disumana” la decisione italiana di non aprire i suoi porti e ha promesso una ritorsione durissima: la serrata dei confini a Ventimiglia, con i controlli che sono già stati rafforzati, e la sospensione dell’accoglienza di 3.500 rifugiati dall’Italia, il tutto accompagnato da un appello agli altri Paesi Ue a fare altrettanto. Sabato la ministra per gli Affari europei Laurence Bonne ha invece parlato di un “rapporto di fiducia” tra i due Paesi ormai “rotto”. Giorgia Meloni ha tenuto il punto, ricordando che “solo quest’anno l’Italia ha accolto 90mila profughi” e che in nessun accordo è previsto che l’Italia sia l’unico porto di sbarco. (Skytg24)

Advertisement

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)