Connect with us

Senza categoria

INPS, ARRIVA LA SOPRESA DI NATALE: pagamenti più ricchi, c’è l’aumento sugli accrediti. Ecco tutte le ultimissime

Published

on

decreto inps pensioni bonus

INPS. I pagamenti delle pensioni di novembre sono, ormai, archiviati è il pensiero è già orientato al prossimo assegno del mese di dicembre. In questo periodo i pensionati stanno ricevendo degli incrementi degli assegni.

Dunque buone notizie per gli italiani percettori di pensione! Infatti, già a partire da ottobre c’è un piccolo aumento del 2% per tutte le pensioni dovuto all’anticipo della rivalutazione delle pensioni rispetto all’inflazione del 2022.

La rivalutazione, infatti, è prevista per il mese di gennaio di ogni anno e in questo mese si andrà a completare l’incremento. Inoltre, a partire dal mese di novembre i pensionati che non superano 20.000 euro lordi di assegno stanno ricevendo anche il bonus una tantum da 150 euro.

Advertisement

Quattordicesima, chi la riceve a dicembre dall’INPS

Oltre a questi aumenti, alcune categorie di pensionati riceveranno la quattordicesima mensilità. Si tratta di pensionati che rientrano in determinati requisiti minimi di reddito e anagrafici per i quali è prevista la quattordicesima mensilità. Solitamente questa si ottiene a luglio.

Tuttavia, l’Inps concede il pagamento a dicembre se il requisito anagrafico di 64 anni non viene raggiunto a luglio, come previsto dalla norma ordinaria, bensì entro il mese di dicembre dello stesso anno. In tal caso, la quattordicesima mensilità si riceverà a dicembre.

Per quanto riguarda il requisito reddituale per ottenere la quattordicesima riguarda i lavoratori dipendenti dei settori pubblico e privato con 25 anni di contributi e un reddito lordo non superiore a 10224,82 euro. Saranno esclusi dal pagamento della quattordicesima, infatti, i pensionati che superano di 1,5 volte la pensione minima per quanto riguarda il fondo lavoratori dipendenti fino al 2016;

Advertisement

Per quanto riguarda gli importi erogato sotto forma di quattordicesima mensilità si andrà da un minimo di 437 euro a un massimo di 655 euro per gli assegni fino a 1,5 volte il trattamento minimo; Poi si passa ad un minimo di 336 euro ai 504 euro massimi per gli assegni da 1,5 volte a 2 volte il trattamento minimo. Fonte: Consumatore.com


Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Advertisement

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)