Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra Ucraina, Missili Polonia, Nato: “Non ci sono indicazioni di un attacco deliberato”

Published

on

Polonia missili Nato

GUERRA UCRAINA. “La Nato e gli alleati Nato non parte del conflitto in Ucraina. Forniamo il sostegno per il suo diritto di difesa”, ha dichiarato Stoltenberg. Duda: “Nessuna prova che sia stato un attacco rivolto a noi”. Mosca nega ogni responsabilità e Kiev chiede di avere accesso al luogo colpito in modo da avviare “un’indagine congiunta”. Meloni: “Missile in Polonia? Comunque responsabilità russa”.

“Non vi è alcuna indicazione – ha dichiarato il segretario Stoltenberg – che la Russia stia in alcun modo preparando un’offensiva contro la Nato“.

E ha aggiunto: “La Nato e gli alleati Nato non parte del conflitto in Ucraina. Forniamo il sostegno per il suo diritto di difesa”.

Advertisement

Missili Polonia – Il presidente polacco Duda

Ha affermato che non vi sono al momento “prove inequivocabili” sulla provenienza dei razzi e che l’indagine è ancora in corso con la collaborazione degli alleati. Il missile che ha provocato due vittime in Polonia, deriva, secondo le indagini preliminari da un “errore tecnico”: lo ha detto a Bali il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

A Bali riunione di emergenza del G7 e dei leader della Nato, su richiesta di Biden, dopo che la Polonia si è appellata all’articolo 4 dell’Alleanza atlantica, quello che prevede consultazioni in caso di minaccia ad un Paese membro.

Mosca nega ogni responsabilità e accusa Kiev di avere messo in atto una ‘provocazione’ per favorire una escalation del conflitto. Convocati per oggi anche il consiglio di sicurezza dell’Onu e quello polacco. “L’ipotesi che sulla Polonia sia caduto un missile dell’antiaerea ucraina non cambia la sostanza, la responsabilità di quello che è accaduto per quanto ci riguarda è tutta russa”, ha affermato Giorgia Meloni nel corso della conferenza stampa tenuta al termine del G20.

Advertisement

Missili Polonia – Mosca convoca l’ambasciatore polacco

L’ambasciatore polacco a Mosca è stato convocato presso il ministero russo degli Esteri. Lo riferiscono fonti diplomatiche citate dalla Tass.

Kiev, a Kherson scoperta una stanza delle torture russa

Gli investigatori ucraini hanno scoperto una presunta “stanza delle torture” nella città di Kherson, dove dozzine di uomini sarebbero stati detenuti, sottoposti a elettroshock, picchiati e alcuni di loro uccisi.

A riferirlo è il Guardian. La polizia ha detto che i soldati russi hanno preso il controllo di un centro di detenzione minorile intorno alla metà di marzo, trasformandolo in un carcere. Tre vicini e due negozianti hanno detto di aver iniziato a sentire urla circa 6 settimane dopo. Testimoni citati dal Guardian hanno detto di aver visto persone portate nella struttura con sacchi in testa, e alcuni corpi portati via. (Skytg24)

Advertisement

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)