Connect with us

Guerra Ucraina

Guerra, Mosca: “Dieci prigionieri russi uccisi dagli ucraini, Zelensky dovrà risponderne”

Published

on

Ucraina

Ucraina – Usa: “Nessun dialogo con Mosca senza coinvolgere Kiev”

GUERRA UCRAINA. Gli Usa “non intavoleranno colloqui con la Russia sulla pace senza che Kiev ne sia parte”. In un Paese in cui milioni di case sono rimaste senza luce, Kiev consiglia ai cittadini di fare scorta di acqua e cibo in previsione di ulteriori attacchi russi.

I media svedesi dicono che “il gasdotto Nord Stream colpito da un grave sabotaggio” e che “trovate tracce di esplosivi”. Il Cremlino dice di non essere disposto a rinunciare ai territori annessi e avverte che “ipotizzare l’uso delle armi nucleari” è “inaccettabile”. Secondo Mosca, oltre 10 soldati russi fatti prigionieri uccisi dagli ucraini con colpi d’arma da fuoco alla testa: “Zelensky ne dovrà rispondere”.

Advertisement

Intanto la Finlandia pianifica la costruzione di un muro lungo 200 km al confine con la Russia.

Guerra Ucraina – Usa: “Nessun colloquio con Mosca senza coinvolgere Kiev”

Gli Stati Uniti “no discussioni con la Russia sulla pace in Ucraina senza che Kiev ne sia parte”. Lo ha ribadito il portavoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale americano, John Kirby, aggiungendo: “Non stiamo partecipando a discussioni sulla fine della guerra con la Russia. Ci affidiamo a Zelensky, spetta a lui decidere quando”.

Mosca: Zelensky dovrà rispondere per ogni prigioniero ucciso

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dovrà rispondere di ogni prigioniero di guerra ucciso. Lo ha annunciato il ministero della Difesa della Federazione Russa. “Zelensky e i suoi scagnozzi dovranno rispondere davanti al tribunale della storia, ai popoli della Russia e dell’Ucraina, per tutti e per ogni prigioniero torturato e ucciso”, ha affermato il ministero in una nota. Mosca ha accusato oggi l’esercito di Kiev di aver ucciso deliberatamente 10 prigionieri di guerra russi.18 nov

Advertisement

Ucraina – Kiev: quasi la metà del sistema elettrico fuori uso

Quasi la metà del sistema energetico ucraino messo fuori uso dagli attacchi missilistici dei russi. Lo ha comunicato il ministro Denys Shmyhal durante un briefing con il vicepresidente esecutivo della Commissione europea Valdis Dombrovskis. “Solo il 15 novembre, la Russia ha lanciato circa 100 missili contro le città ucraine. Quasi la metà del nostro sistema energetico disabilitato”, ha detto Shmyhal.
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)