Connect with us

Senza categoria

Muore a 200 metri da casa: il dramma di Mattia, lascia moglie e due figli. Aveva solo 40 anni

Published

on

Mattia

E’ Mattia Moretto, classe 1982, residente a Boscochiaro in località Sant’Antonio, la vittima dell’incidente stradale di sabato 19 novembre sera intorno alle 19.

Il ragazzo, sposato con Elena e padre di una figlia di 13 e un figlio di 16 anni, stava tornando da lavoro quando, per cause ancora al vaglio dei Carabinieri intervenuti poi per i rilievi, è uscito autonomamente di strada, finendo col suo furgone nelle acque dell’Adige.

La strada, quella che costeggia l’argine sinistro del fiume, era molto scivolosa a causa della leggera pioggia caduta durante la giornata. Il furgone condotto dal 40enne, come era evidente dalle tracce lasciate sull’asfalto e sul ciglio della carreggiata, ha sbandato più volte in prossimità di una leggera semicurva prima di colpire dei rami di un salice e finire giù per la scarpata, passando proprio in mezzo ai tanti alberi presenti, per scivolare nelle acque dell’Adige.

Advertisement

Lì, secondo il racconto dei presenti che sono accorsi sul posto dopo aver sentito il botto, il furgone si è lentamente inabissato. I vigili del fuoco, giunti sul posto, hanno dovuto cercare per qualche ora il mezzo all’interno del quale il giovane era rimasto intrappolato. E dopo alcune ore, il recupero del furgone. All’interno il corpo esanime di Mattia. Sul posto sono arrivati poi la moglie e i familiari del ragazzo, straziati dal dolore.

Molto conosciuto a Boscochiaro, Mattia era originario di Cavarzere ma aveva sposato Elena Mancin, che gestiva fino a qualche anno fa con la sorella il bar Centrale di Boscochiaro insieme a nonno Delio. Una famiglia molto conosciuta, quella dei Mancin. E Mattia, per il suo spirito allegro e disponibile, era entrato subito in sintonia con gli abitanti della frazione. Avevano scelto di ampliare una parte della casa di famiglia a Sant’Antonio, vicino all’acquedotto, e lì vivevano con i due figli. Mattia aveva una ditta che si occupava di allestimento di supermercati, era un lavoratore indefesso e infaticabile, che viveva per la sua famiglia. (Polesine24.it)
Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Advertisement
Continue Reading
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)