Connect with us

attualità

Covid, studio Usa rivela che il virus dilaga in tutto il corpo e può lasciare tracce per oltre 200 giorni

Published

on

Covid

COVID. Il Covid non colpisce solo le vie respiratorie ma dilaga in tutto l’organismo.

Uno studio pubblicato sulla rivista Nature da un team guidato dagli Istituti nazionali di Salute americani (Nih) rende noto che il virus SarsCoV2 in alcuni casi lascia tracce capaci di persistere per più di 200 giorni. A dimostrarlo i risultati delle autopsie su 44 pazienti non vaccinati che avevano contratto l’infezione tra aprile 2020 e marzo 2021. La ricerca apre nuove prospettive per il trattamento del long-Covid.

Covid – Rna virale nell’organismo

La ricerca, definita come la più ampia mai realizzata sulla persistenza di SarsCoV2 nelle cellule del corpo umano, quantifica l’Rna virale in 85 distretti e fluidi dell’organismo. Questa traccia di tipo genetico permette di capire dove il virus si è replicato mentre la persona era ancora in vita.

Tracce di Covid per oltre 200 giorni

I risultati evidenziano la presenza di abbondante Rna virale in 79 distretti corporei già nelle prime due settimane dalla comparsa dei primi sintomi. Non si tratta dunque solo dei polmoni, ma anche di cuore, milza, reni, fegato, colon, muscoli, nervi, apparato riproduttivo, occhi e cervello. I polmoni mostrano i segni più evidenti d’infiammazione e danneggiamento, mentre il cervello e gli altri organi non sembrano subire cambiamenti significativi nonostante l’alta carica virale. In una particolare autopsia, resti del coronavirus sono stati trovati nel cervello di un paziente deceduto 230 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi del Covid.

Covid – In esame diversi casi di long-Covid

 “I nostri dati indicano che in alcuni pazienti SarsCoV2 può causare un’infezione sistemica e persistere nel corpo per mesi”, sottolineano i ricercatori. Tuttavia non sono state rilevate tracce importanti del virus nel plasma sanguigno e resta ancora da chiarire come riesca a diffondersi in tutto il corpo. “Speriamo di poter replicare lo studio sulla persistenza virale e indagare la relazione con il long-Covid”, afferma uno degli autori, Stephen Hewitt degli Nih. “In meno di un anno abbiamo raccolto circa 85 casi e stiamo lavorando per aumentare i nostri sforzi”. (Ansa/Tgcom24)


Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)