Connect with us

campania

Giugliano, minacce e maltrattamenti ai danni della madre: arrestato un 20enne

Published

on

Livorno

GIUGLIANO. Lieto fine per una donna di Giugliano in Campania, da anni maltrattata e minacciata dal figlio 20enne tossicodipendente.

Provvidenziale l’intervento di una pattuglia della radiomobile dei Carabinieri che in via Innamorati è stata intercettata da una signora in lacrime la quale implorava aiuto a causa delle minacce subite da parte del figlio.

Una volta arrivati a casa della donna, il ragazzo, fuori di sé, nonostante la presenza dei militari, ha continuato a minacciare la madre: inevitabile l’arresto per maltrattamenti in famiglia con il 20enne che ora è nel carcere di Poggioreale.

I carabinieri, perquisita l’abitazione, hanno anche rinvenuto e sequestrato 2 proiettili e 2 bossoli calibro 5,56. (La Presse).

Firenze, investito e lasciato senza vita in strada: uomo muore in ospedale. E’ caccia al pirata della strada

SULMONA. Il ricovero in ospedale d’urgenza per il malore poi il tragico epilogo. E’ morto così Liberato Passaforte, 17enne. I forti dolori alla testa, la febbre alta e così i genitori hanno deciso di portarlo al pronto soccorso di Sulmona.

La situazione sembrava molto grave. I medici hanno subito predisposto un ricovero d’urgenza nel reparto di rianimazione e sottoposto a terapia intensiva per scongiurare una tragedia.

Tragedia che alla fine purtroppo si è verificata. Ogni tentativo da parte dei medici si è rivelato vano. Liberato è morto poco dopo.

Meningite letale, addio a Liberato

Secondo i medici di Sulmona, ad uccidere il 17enne, già attivo nel campo della moda, sarebbe stata una forma di meningite pneumococcica non contagiosa, ma letale anche se si attende l’ufficialità della Asl che ha disposto indagini colturali ed esami istologici.

Liberato, lo scorso anno, si era iscritto all’Istituto alberghiero, ma era appassionato di moda, e partecipato già a qualche sfilata.

La sua morte improvvisa ha lasciato un grande sconforto nella cittadina dove viveva insieme alla famiglia, la mamma Silvia e il papà Alberto.


Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

causa delle minacce subite da parte del figlio.

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)