Connect with us

C'è Posta per Te

“Vergogna!”. C’è Posta per Te, la busta per Pasquale resta chiusa: bufera social sulle figlie

Published

on

posta per te

Una storia che ha scatenato una vera e propria bufera social. Come tra l’altro la maggior parte delle volte quando va in onda una nuova puntata di C’è Posta per Te! Il programma di Maria De Filippi è davvero un successo. La rete Mediaset infatti ha persino deciso di lasciare la programmazione della puntata durante la finale del Festival di Sanremo. Sarà la prima volta in assoluto.

Dunque, cosa è accaduto nella puntata del 21 gennaio 2023? Maria De Filippi ha raccontato la storia di Pasquale e del suo matrimonio interrotto quando lui ha scoperto che la moglie aveva un amante. I due hanno anche due figlie che, dopo la separazione, si sono allontanate bruscamente dal loro papà.

Nel tempo, la mamma delle due ragazze, Cristina e Stefania, continuerà l’amore con Ciro che, per le due diventa come un vero padre. Pasquale, per ragioni lavorative e per la rabbia di sapere la madre con un’altra persona, lascia Milano e non vede né sente le figlie da 7 anni. L’uomo manda la posta a tutti e tre, nella speranza di recuperare il rapporto con le figlie e di riuscire a ringraziare Ciro per tutto quello che ha fatto per loro. I tre accettano l’invito e si predispongono all’ascolto sul divano.

“Sono qui per chiedervi perdono, per la mia assenza nella vostra vita. Dopo l’ultima chiamata che abbiamo fatto, le parole che mi avete detto mi hanno ferito troppo. È stata colpa dell’orgoglio, ma da allora sono passati più di 7 anni. Ho cercato di contattarvi in tutti i modi, ma non c’è stato verso. Aspettavo un vostro segno. Vi penso tutti i giorni e vi amo come la prima volta che vi ho preso in braccio quando siete nate. Non voglio invadere le vite, voglio solo riallacciare un rapporto”, ha dichiarato Pasquale, visibilmente emozionato e molto provato.

“Volevo ringraziarti perché hai fatto loro da padre in maniera meravigliosa. Ora che anche tu sei padre di una bambina so che capirai perché sono qui. Ti prego aiutami”, è l’appello di Pasquale a Ciro. “Non sono un benefattore, se hanno un legame con me è perché anche loro mi hanno dato tanto”, risponde lui.

Il padre biologico delle ragazze dice di aver fatto di tutto pur di avere notizie da loro. “Ho cercato anche le vostre storie su Instagram, ho visto che Cristina è fidanzata”, ammette Pasquale. Sta insieme ad un ragazzo da circa un anno. “Mi fa tenerezza. A prescindere da tutto io l’ho perdonato”, ammette lei, che è la più grande. L’altra, invece, fatica molto a trovare dei ricordi felici e anzi racconta di aver patito molto gli effetti del suo abbandono e di affrontarli ancora oggi. “Ancora oggi ho paura di buttarmi in una storia, a causa tua”. Nonostante la spinta di Ciro, le due ragazze concordano sul fatto che è presto e non se la sentono di riabbracciare il padre. Decidono che la cosa migliore sia non aprire la busta ma tenere il suo numero, così da chiamarlo quando si sentiranno pronte.

Insomma, la chiusura della busta da parte delle sue due figlie ha scatenato una grossa polemica sui social. Pasquale è tornato a casa senza aver potuto riabbracciare le sue figlie, cosa che ha molto indignato i telespettatori di C’è Posta per Te. Cosa sarà successo dopo? Vedremo nei prossimi giorni!

Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Segui il nostro canale Google News 41esimoparallelo
Attiva le notifiche su 41esimoparallelo.it

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità

seguici su Facebook

Attualità

Camorra

Ambiente

Cronaca

Cultura

41esimoparallelo è anche un’app

Scarica la versione per IOS & Android direttamente dallo store: avrai tutte le notizie aggiornate in tempo reale, approfondimenti e le storie dall’Italia e dal mondo a portata di mano. Solo per te, in un unico luogo.

Pubblicità

© 41esimoparallelo.it All Right Reserved. Cassio Group S.r.l. C.F. e P.IVA 09700041214 41esimoparallelo.it - Testata regolarmente registrata presso il Tribunale di Napoli con n. 1347/21 del 05/03/2021. Sede legale: Via Santa Maria del Pianto Torre 1, 80143 Napoli (NA)