“Mi dispiace, non ci sono medici”. Ha un infarto ma nel presidio di emergenza non c’è nessuno. Sebastiano è morto

SIRACUSA. Sebastiano Morana, un agricoltore di 38 anni di Pachino, in provincia di Siracusa, è improvvisamente morto due giorni fa dopo in attacco cardiaco. Dopo un malore, l’uomo avrebbe avuto la necessità di essere portato in un presidio territoriale di assistenza, ma in quel momento non c’era alcun medico disponibile. Il 38enne è stato quindi trasportato in una struttura sanitaria attrezzata con l’elisoccorso, ma ormai per lui era troppo tardi.

Sulla vicenda i carabinieri di Pachino stanno effettuando accertamenti per verificare eventuali responsabilità nella gestione dei soccorsi. Proprio di recente il sindaco di Pachino Carmela Petralito aveva incontrato i vertici dell’azienda sanitaria di Siracusa per chiedere interventi per garantire la presenza di medici nel presidio sanitario.

Dopo la tragedia il primo cittadino ha commentato: “Il mio personale cordoglio e di tutta la comunità pachinese giunga alla famiglia di Sebastiano Morana. È il momento di stringerci tutti attorno ai familiari di questo giovane padre e di continuare a pretendere con sempre maggiore forza il rispetto del diritto alla vita di tutti noi. Non abbasseremo mai il livello del nostro impegno per una sanità dignitosa nella zona sud”.

L’Asp di Siracusa ha spiegato di aver “fatto tutto quello che poteva per coprire i turni. In ogni caso per quanto appreso dal dirigente del servizio è stata prestata comunque tutta l’assistenza possibile ed immaginabile sia dalle strutture Asp che dalla centrale operativa di Catania”. Il commissario dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficara, ha quindi aggiunto: “Il personale che ha prestato soccorso al 38enne ha operato in tempi celerissimi per quanto mi viene riferito attivando tutti gli uomini e i mezzi a disposizione. In ogni caso va il nostro cordoglio alla famiglia del signor Morana”.

ARTICOLI CORRELATI

Archivio